Silvestri all'Udinese, Montipò al Verona: si sblocca il domino dei portieri

Calciomercato

Il portiere del Benevento arriverà in gialloblù in prestito con obbligo di riscatto, sbloccando il passaggio all'Udinese di Silvestri. Il numero 1 del Verona nella giornata di lunedì sosterrà le visite mediche e si trasferirà in bianconero per 2.5 milioni di euro più uno di bonus. Intreccio partito dalla cessione di Musso all'Atalanta: da definire ancora il futuro di Gollini, sulle sue tracce c'è il Tottenham

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NEWS IN TEMPO REALE

Dopo l'addio di Juan Musso in direzione Atalanta, l'Udinese si è lanciata alla ricerca di un nuovo portiere a cui affidare la difesa dei pali bianconeri. La scelta della società friulana è ricaduta su Marco Silvestri, titolare del Verona nelle ultime stagioni, scatenando un vero e proprio domino di portieri. La trattativa per portare in bianconero il numero uno gialloblù è potuta andare in porto infatti, soltanto dopo che il Verona è riuscito a chiudere per Lorenzo Montipò del Benevento (che a sua volta nei giorni scorsi aveva chiuso per Paleari dal Genoa). Un vero e proprio intreccio, nel quale però tutte le caselle stanno andando al loro posto in queste ore: Montipò andrà al Verona in prestito con obbligo di riscatto e nella giornata di lunedì, Silvestri sosterrà le visite mediche con l'Udinese, che lo acquisterà a titolo definitivo dai gialloblù per 2.5 milioni di euro più 1 di bonus. I bianconeri hanno dunque mollato il profilo di Luis Maximiliano, portiere dello Sporting Lisbona, individuato in un primo momento come possibile erede di Musso: troppo alta la richiesta del club portoghese di 6 milioni di euro più il 30% su una futura rivendita.

Quale futuro per Gollini?

leggi anche

Il Tottenham su Gollini: contatti con l'Atalanta

Domino dei portieri che, come detto, è partito dall'acquisto di Juan Musso da parte dell'Atalanta. Un arrivo che di fatto chiude le porte per un posto da titolare a Gollini, in uscita dal club nerazzurro. Al momento le ipotesi più concrete per il classe '95 portano all'estero, in particolar modo al Tottenham. Avviati nelle scorse ore i primi contatti tra i due club per quello che per Gollini sarebbe una sorta di ritorno, visto che ha già giocato in Inghilterra da giovanissimo (è cresciuto nel settore giovanile del Manchester United). Il ds Fabio Paratici sta lavorando sulla base di un prestito, anche pluriennale, con diritto o obbligo di riscatto legato al rendimento e alle presenze del calciatore. Il progetto tecnico potrebbero infatti prevedere un anno da vice Lloris per Gollini, prima di raccogliere l'eredità del portiere francese, il cui contratto scadrà il 30 giugno 2022.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche