Raiola: "Donnarumma non ha tradito. Pogba alla Juve? Una possibilità c'è"

Calciomercato
©Getty

Mino Raiola ha rilasciato nuove dichiarazioni su alcuni dei suoi giocatori. A partire da Donnarumma: "Mi dispiace per com'è stato trattato. Non ha tradito nessuno. E credo che la Juve abbia un grande rammarico per non averlo preso". E a proposito di Juve, queste le sue parole su Pogba: "Paul è in scadenza, parleremo col Manchester United. Ritorno in bianconero? Torino gli è rimasta nel cuore, lui a queste cose tiene molto..."

JUVE-MILAN LIVE

L'agente Mino Raiola è tornato a parlare. Tra i temi toccati, in primo piano c'è la partenza di Gigio Donnarumma dal Milan durante la scorsa estate: "Mi è dispiaciuto per come è stato trattato Donnarumma. Lui non ha tradito il Milan: poteva andare via quattro anni fa e non se n'è andato. Ora ha fatto una scelta di vita", ha detto ai microfoni della Rai. Poi si è espresso sul ballottaggio con Keylor Navas al PSG: "Non c'è storia tra loro due. Giocherà Donnarumma". E infine, sempre riguardo all'ex portiere rossonero, Raiola ha detto: "Credo che la Juventus abbia ancora un grande rammarico per non averlo preso, ma non solo la Juve..."

"Un ritorno di Pogba alla Juventus? Torino gli è rimasta nel cuore"

leggi anche

Rinnovo Dybala, verso nuovo incontro nel weekend

Da Donnarumma a Pogba, l'altro assistito di Raiola. Queste le parole dell'agente sul francese e su un possibile ritorno alla Juventus: "Il contratto di Paul scade l'anno prossimo. Parleremo con il Manchester United e vedremo. Torino gli è rimasta nel cuore: lui a queste cose tiene molto. La possibilità che torni c'è, ma questo dipenderà anche dalla Juventus". 

"Mondiale ogni due anni? La FIFA crea solo polemiche"

leggi anche

I consigli di FantaShow per la 4^ giornata

Infine, Raiola si è anche espresso sulla possibilità che la FIFA promuova il mondiale ogni due anni: "La FIFA crede di essere la padrona del calcio e vuole fare i mondiali ogni due anni. Ma loro non sono i proprietari dei calciatori: sono un organo che crea solo polemiche, che andrebbe cambiato totalmente. Agenti male del calcio? No, sono i proprietari che non sanno gestire i propri club. Comunque, io sono pronto a sedermi su un tavolo e discutere insieme". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche