Eric Bailly, chi è il difensore obiettivo di calciomercato del Milan

Calciomercato
IG @ericbailly24

Il club rossonero ha individuato nel centrale del Manchester United uno degli obiettivi per rinforzare la difesa a gennaio dopo l'infortunio di Kjaer. Bailly, attualmente impegnato in Coppa d'Africa con la Costa d'Avorio, non rientra nei piani di Rangnick e potrebbe arrivare in prestito. Gradirebbe la soluzione rossonera anche grazie all'amicizia con Zlatan Ibrahimovic. Ecco la sua storia

MERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE - IL TABELLONE DEL MERCATO - MILAN-GENOA LIVE

Idee chiarissime per il Milan, che nel calciomercato di gennaio ha intenzione di regalare a Stefano Pioli un nuovo difensore in grado di sostituire Simon Kjaer. Valutazioni in corso da parte della società rossonera, che in questa sessione non vorrebbe però procedere con operazioni a titolo definitivo. Occhi sulle varie occasioni in prestito dunque, une delle più stimolanti potrebbe arrivare dall'Inghilterra: mirino ben puntato e obiettivo individuato, il profilo sul quale Maldini e Massara stanno lavorando nelle ultime ore è quello di Eric Bailly del Manchester United. Centrale in grado di ricoprire tutti i ruoli della retroguardia, forte fisicamente con parecchia esperienza europea, il classe '94 attualmente è impegnato in Coppa d'Africa con la Costa d'Avorio. Bailly in questa stagione non rientra con continuità nelle rotazioni dei Red Devils (appena 6 presenze tra Premier e Champions League) e cambierebbe aria volentieri.

Dalle strade di Abidjan a Old Trafford

CALCIOMERCATO

Milan: per la difesa segnali positivi per Bailly

Come nelle migliori favole, quella di Bailly è la storia di riscatto sociale di un ragazzo che ha realizzato il sogno di una vita, quello di diventare un calciatore. Perché in Costa d'Avorio l'esistenza non era delle più semplici per il giovane Eric, costretto fin da bambino a lavorare per le strade di Abidjan, la capitale, come venditore di telefoni e sigarette. All'età di 15 anni l'episodio sliding doors grazie a un torneo giovanile organizzato in Burkina Faso, dove un osservatore dell'Espanyol rimase colpito dalle sue doti fisiche e tecniche. Il trasferimento in Spagna fu inizialmente rimandato a causa di una guerra civile che impedì al giovane Eric di lasciare la Costa d'Avorio, ma un anno dopo agli scout dell'Espanyol bastò visionare solo un mese di allenamenti del ragazzo a Barcellona per decidere di metterlo immediatamente sotto contratto. Da lì l'inizio della prima esperienza europea per Bailly, fino all'esordio in prima squadra arrivato nella stagione 2014/15: appena cinque le presenze con la squadra catalana, abbastanza per aprirgli le porte della nazionale ivoriana in vista della Coppa d'Africa del 2015, giocata da protagonista in mezzo alla difesa e terminata con un trionfo. Nel gennaio dello stesso anno il trasferimento al Villarreal e l'affermazione come uno dei prospetti più interessanti in circolazione nell'intero panorama calcistico europeo. Il primo a fiondarsi su di lui fu José Mourinho: nell'estate del 2016 lo Special One lo volle a tutti i costi come uno dei rinforzi per il suo Manchester United sborsando 38 milioni di euro, che di fatto lo fecero diventare all'epoca il difensore più caro nella storia dei Red Devils dai tempi di Rio Ferdinand. Dopo la prima annata culminata con la vittoria in Europa League, però, per Bailly lo spazio a Old Trafford si è via via ridotto. Divenuto ormai marginale nel progetto di Ralf Rangnick, il difensore potrebbe dunque vedere favorevolmente un eventuale trasferimento al Milan. E non soltanto per una mera questione tecnica, ma anche per la presenza in rossonero di un amico speciale...

Il rapporto speciale con Ibra

vedi anche

Ibra raggiunge Ronaldo: gol a 80 squadre diverse

Sì, perché al Milan Bailly potrebbe ritrovare Zlatan Ibrahimovic. I due sono stati compagni di squadra per due stagioni - dal 2016 al 2018 - al Manchester United, trovando un feeling davvero non indifferente. Una vera e propria amicizia quella tra il difensore e Ibra, testimoniata da diversi momenti divertenti postati anche sui social. Sul proprio profilo Instagram, infatti, Bailly condivise un particolarissimo saluto al campione svedese quando quest'ultimo annunciò il suo trasferimento ai Los Angeles Galaxy: "F**k off Zlatan! - lo scherzoso "insulto" rivolto all'allora compagno di squadra - Grazie di tutto leggenda". Poi tante altre immagini con Zlatan, compreso il video dei festeggiamenti per l'Europa League conquistata nel 2017 quando entrambi erano indisponibili per la finale perché infortunati. Chissà che nel feed di Bailly non possano comparire altre foto con Ibra. Questa volta magari con una maglia rossonera.