L'allenatore del Brentford su Eriksen: "Ci potrebbe aiutare tanto. In pochi sono come lui"

DALL'INGHILTERRA

Thomas Frank, allenatore del Brentford, non chiude le porte a un possibile arrivo di Eriksen nella propria squadra, pur senza sbilanciarsi troppo: "Ho lavorato con lui in passato, e ora deve trovare una squadra. Ha delle qualità che ci potrebbero aiutare tanto. In pochi sono come lui in Premier League..."

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Dopo la risoluzione consensuale con l'Inter e la dichiarata volontà del giocatore di tornare in campo per programmare i suoi nuovi obiettivi ("Voglio giocare il Mondiale in Qatar"), a Christian Eriksen non resta che trovare una squadra per ripartire. Non potrà essere in Italia, dal momento che il CONI non gli può rilasciare l'idoneità dopo l'intervento di inserimento di un defibrillatore sottocutaneo. All'estero però, potrà farlo. E le prime sirene sembrano arrivare dalla Premier League. Secondo alcune indiscrezioni dei media inglesi, un club interessato a Eriksen sarebbe il Brentford. E nella conferenza stampa della vigilia del match contro il Manchester United, l'allenatore del club londinese ha risposto alle voci sul presunto interesse per il danese: "Christian è un ottimo giocatore, lo sanno tutti. Ho lavorato con lui in passato, ora deve trovare una squadra. Ha qualità che ci aiuterebbero tanto in Premier League: la finalizzazione, la sua capacità di saltare l'uomo... non ci sono molti giocatori come lui in Premier". 

"Sto bene, voglio tornare a giocare. Il mio cuore non sarà un ostacolo"

leggi anche

Eriksen show: super gol in allenamento! VIDEO

Nell'intervista rilasciata qualche giorno fa, di cui il giocatore aveva pubblicato dei frammenti sui suoi profili social, Eriksen aveva espresso tutta la sua volontà di tornare a giocare, e di farlo a grandi livelli: "Voglio giocare il Mondiale in Qatar. Questo è il mio obiettivo sin dall'inizio, è un sogno. Che poi venga selezionato è un altro discorso, ma il mio sogno è tornare. Sono sicuro di poterlo fare, perché non mi sento per nulla diverso. Fisicamente sto bene, ora voglio solo tornare a giocare a calcio e dimostrare di poter tornare ai livelli di prima. E poi voglio tornare a giocare in Nazionale e al Parken, il mio cuore non sarà un ostacolo". Ripartirà dalla Premier?