Spagna, Morata: "Futuro? Non dipende da me e non posso farci niente. Ho diverse opzioni"

Calciomercato
©Getty

L'attaccante ha aperto le marcature nella sfida contro il Portogallo in Nations League, poi ha parlato anche del suo futuro. Dal 6 giugno torna "Calciomercato - L'originale" con Alessandro Bonan, Gianluca Di Marzio e Fayna. In onda tutte le sere dal lunedì al venerdì alle 23 su Sky Sport 24 e Sky Sport Calcio

Futuro incerto, ma una rete che significa tanto. Alvaro Morata ha aperto le marcature contro il Portogallo (1-1 il risultato finale nella prima giornata del Gruppo A della Uefa Nations League, ndr), segnando la rete numero 26 con la Spagna, che gli ha permesso di superare Emilio Butragueño (a quota 25, ndr) e di salire al settimo posto nella classifica marcatori spagnola all-time. L'ex Real Madrid, però, non conosce ancora il proprio futuro: "Quando non dipende da me, non posso farci niente. Devo restare concentrato sulla Nazionale, vedremo". Poi ha aggiunto: "Mia moglie e i miei figli mi seguono ovunque io debba andare. Ho preferenze e opzioni. Voglio andare dove sono più interessati alle mie caratteristiche". Lo spagnolo rientrerà all'Atletico Madrid dopo il prestito biennale alla Juventus.

"Devo molto a Luis Enrique"

leggi anche

Horta risponde a Morata: Spagna-Portogallo 1-1

Al termine della gara contro il Portogallo, l'attaccante Alvaro Morata ha anche ringraziato il Commissario tecnico della Spagna: "Luis Enrique mi ha pubblicamente difeso. Gli devo molto per la sua fiducia". Poi sulla Nazionale: "Qui le persone sono meravigliose. Siamo tutti felici quando arriviamo e si vede in campo. È un orgoglio essere vicino ai migliori marcatori della nazionale come Butragueño, Hierro e Morientes. Li ha visti giocare ed è un sogno". Infine sulla gara: "Non abbiamo concluso quando avremmo dovuto. Ci è mancato quello. Però abbiamo fatto una buona partita. La rivedremo. Il calcio è così, bisogna guardare avanti. Continuiamo a lavorare".