Dybala alla Roma, Lotito: "Noi non collezioniamo figurine Panini"

la frecciata
©Getty

Il presidente della Lazio ha risposto così a chi gli chiedeva dell'arrivo di Dybala alla Roma: "Lotito porta risultati, non vendo sogni ma solide realtà. In due anni ambbiamo comprato quasi un'intera squadra, siamo fra quelli che hanno speso di più e, dopo la Juventus, la società che ha vinto di più"

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

"La presentazione di Dybala non l'ho vista e non mi ha fatto effetto, io sono abituato a misurarmi con i fatti. Non vendo sogni ma solide realtà. Noi non facciamo, ahimè, la collezione di figurine Panini, non ci interessa". Il presidente della Lazio Claudio Lotito ha commentato così, fuori dalla sede della Figc, l'arrivo dell'argentino alla Roma.

"Lotito porta risultati"

"Noi non valutiamo l'estetica, a noi interessa il risultato - prosegue -. Lotito porta i risultati, la Lazio dopo la Juve è la società che ha vinto più di tutti. Il tifoso laziale ha sempre qualcosa da ridire, anche dopo aver vinto un trofeo. Questo ci serve da ulteriore stimolo".

"La Lazio fra quelle che hanno speso di più"

approfondimento

Acquisti, cessioni e trattative: il mercato della Lazio

Il presidente della Lazio ha poi fatto un punto sul mercato biancoceleste, caratterizzato fin qui dagli arrivi del poetiere Maximiano, dei difensori Gila, Romagnoli e Casale, dei centrocampisti Cancellieri e Marcos Antonio (oltre a tutti i giocatori rientrati dai prestiti): "Abbiamo allestito una squadra sulle indicazioni dell’allenatore. Non facciamo previsioni. Sicuramente c’è una contrazione economica, ma la Lazio è una delle squadre che ha speso di più sul mercato. Lo scorso anno comprammo 6 giocatori, ora siamo arrivati a 14. Abbiamo cambiato una squadra intera e non so quali squadre siano in grado di farlo. Le risposte in termini di risultati speriamo di riscontrarli sul campo".

"Non c’è un caso Acerbi"

approfondimento

Lazio in Germania senza Acerbi: l'addio è maturo

Infine Lotito è tornato sulla situazione di Francesco Acerbi, rimasto a Formello ad allenarsi in attesa di trovare una nuova sistemazione: “Caso Acerbi? Non c’è una questione Acerbi. E’ un ragazzo per bene, serio e affidabile. Sono soltanto scelte tecniche. Non penso sia in contrasto con la tifoseria, così si creano situazioni di incompatibilità che non esistono”.