user
26 giugno 2018

Calciomercato Roma, il Pastore Day: "Scelta facile, questa è la mia rivincita"

print-icon

Prima l'arrivo all'aeroporto di Ciampino, poi le visite mediche a Villa Stuart: il racconto delle prime ore dell'argentino ex Paris Saint Germain da nuovo calciatore giallorosso. Le parole in conferenza: "Questa è stata una scelta facile, Roma è la mia rivincita"

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE NEWS IN DIRETTA

ROMA, ECCO PASTORE: IL FLACO ATTERRATO A CIAMPINO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Javier Pastore e la Roma, la storia può iniziare. Colpo importante per la società giallorossa, che ha riportato in Italia il trequartista argentino ex Paris Saint Germain. Dopo l'arrivo all'aeroporto di Ciampino nella giornata di lunedì e le prime ore da nuovo calciatore della Roma, il classe ’89 ha sostenuto le visite mediche a  Villa Stuart e ha poi firmato il nuovo contratto con la società giallorossa che ha ufficialmente annunciato il suo acquisto.

16.43 Pastore: "Roma? Per me è una rivincita"

"I giocatori della Roma che maggiormente mi hanno colpito? Il capitano ha fatto grandi partite, avere un attaccante come Dzeko è importante. Ci sono poi Perotti, El Shaarawy e tanti gioacatori che giocano bene a calcio. Quando cominceremo ad allenarci vedrò come sfruttare al massimo le caratteristiche di ognuno per sfruttarle poi al meglio nelle partite. La scelta di Roma è stata aiutata dalla famiglia: mia moglie è di Palermo ed era molto felice di poter tornare in Italia. Ho tantissima voglia di dimostrare e per me venire qua è una rivincita", le parole di Pastore.

Pastore: "Voglio tornare a sentirmi importante"

16.35 Pastore: "Non sono qui per arrivare quarto"

Pastore ha poi proseguito: "Il calcio italiano l'ho seguito sempre e ho visto tutto da quando sono partito. La Juventus ha una squadra molto forte, ma in questi ultimi due anni ha fatto più fatica perché ci sono squadre che si sono rafforzate come Napoli e Roma. Normale che un giocatore vuole vincere e non vengo qui per rimanere al quarto posto. Vogliamo avvicinarci alla Juventus e arrivare nelle ultime giornate per giocarci al campionato. Voglio cominciare bene e poi il resto si vedrà nella stagione che è molto lunga". L'argentino ha poi parlato così di Monchi: "Con lui ho parlato, posso dire che parliamo la stessa lingua. E’ una persona giusta, che lavora molto bene, dove è stato ha fatto grandi cose. In Spagna è molto rispettato. Ho tanti amici che giocano lì e un molti mi hanno consigliato di venire qui per lui. Ho un bel rapporto, sicuramente rimarrà così. Speriamo di fare cose importanti insieme".

Pastore: "Vogliamo avvicinarci alla Juventus"

16.25 Pastore: "Non soffro la concorrenza"

"Sabatini ha detto che devo sentirmi importante per rendere al meglio? Lui mi conosce bene, ogni volta che l'ho sentito parlare di me ha detto cose giuste. Io non soffro la concorrenza, la concorrenza ti fa migliorare tanto. Il problema è quando la concorrenza non è giusta. Al Psg ci sono tanti giocatori, ma giocano quelli che devono giocare, che sono gli ultimi che arrivano. Io sono stato a Parigi sette anni: i primi anni ho giocato tutte le partite, poi con tanti giocatori è più difficile avere un posto fisso, specie cambiando allenatore ogni due anni. Ogni giocatore gioca in un determinato modo e ogni allenatore ha i suoi gusti", le parole di Pastore.

16.18 Pastore: "Ruolo? Di Francesco mi vede mezzala"

"Sono felice della carriera che ho fatto, sono stato presente nei 19 titoli conquistati dal Psg negli ultimi 7 anni. Ma ora era arrivato il momento di provare altre esperienze, volevo tornare a sentirmi importante e spero di farlo qua. Il ruolo? Questo lo deciderà l'allenatore, con Di Francesco ho parlato un paio di volte, penso che abbia voglia di mettermi mezzala. Dipende dalla squadra e dai compagni, dal modo di giocare. A Parigi ho giocato a volte trequartista, a volte ala, a volte attaccante sinistro. Mi adeguerò alle decisioni dell'allenatore, io sono disponibile", le parole di Pastore. "Arrivo qui con la con la voglia di aiutare a fare meglio. Cosa ho penso quando ho saputo che mi cercava la Roma? L'idea mia era quella di tornare, fare bene e sentirmi ancora più importante", ha aggiunto l'argentino.

Pastore: "Ruolo? Mi adeguerò alle decisioni dell'allenatore"

16.12 Pastore: "Roma grande squadra. Sensazioni molto belle"

Queste le prime parole di Pastore in conferenza stampa: "I motivi che mi hanno spinto a scegliere la Roma sono semplici: è una grande squadra, che sta crescendo tanto. Con Monchi parlavamo da un paio di mesi, la scelta è stata più facile. È una bellissima squadra e città, avevo voglia di tornare in Italia. Le prime sensazioni molto belle, sapevo che il tifo è molto caldo ma non mi aspettavo che ci fosse tanta gente ad attendermi come è accaduto ieri in aeroporto. Questo mi fa molto piacere, mi mette voglia di fare bene, di ricominciare quest'anno alla grande. È la cosa più bella del calcio, i tifosi, la gente, chi sta al fianco dei calciatori. Arrivo in una città dove il tifo si sente tanto", ha ammesso l'argentino.

16.00 Monchi: "Pastore alza il livello"

Al fianco di Pastore, ha parlato in conferenza stampa anche il ds giallorosso Monchi: "Cosa aggiunge Javier alla Roma? Penso la sua qualità, la sua esperienza a livello di maturità. Alza il livello della squadra, quando acquisti qualcuno pensi che sia per migliorare. Alzerà il livello. Trattativa complicata? Sì, ma con la volontà del calciatore è più facile tutto. C'erano altre squadre che lo volevano, ma se il desiderio era quello di venire era tutto più facile. Lui era convinto di venire", le parole del dirigente giallorosso.

Monchi: "Cessioni? Abbiamo già acquistato 8 giocatori"

"Con Nainggolan voglio rimanere nel bello che c'è stato e posso solo augurargli l'in bocca al lupo. La Roma ha preso 8 giocatori, quasi 9 visto perchè siamo vicini a Bianda. Non so se qualcuno in Europa ha preso così tanti giocatori. Si parla sempre di vendita, ma la Roma ha venduto Tumminello, Nainggolan e Skorupski ma ha preso 8/9 giocatori. Posso dire che siamo contenti di quello che abbiamo fatto. Il lavoro del ds è quello di far trovare all'allenatore una squadra pronta e in questo senso una gran parte del lavoro è stato fatto e questo per me rappresenta un motivo di orgoglio. Al 26 giugno siamo qui tranquilli, senza pensare al Fair play finanziario. Questo è importante perché non tutte le squadre possono dire la stessa cosa. Lo scorso anno la Roma era in difficoltà mentre oggi è tranquilla e ha preso 8 giocatori".

Monchi: Manolas vuole rimanere. Alisson? Zero offerte, non esistono incedibili"

Il ds della Roma ha parlato del futuro di Manolas e Alisson: "Ho sentito tre, quattro volte Kostas e lui è contento con la squadra. Vuole rimanere qui e rispondo la stessa cosa di Alisson. Ho letto del Chelsea ma credo che loro stiano cercando altro al momento. Pellegrini, ho avuto una settimana fa un appuntamento con Pocetta e siamo tranquilli. Manolas e Pellegrini sono al 100% della Roma. Alisson incedibile? Non esiste al mondo un giocatore incedibile. La risposta perfetta sarebbe dire che è incedibile, ma non posso dirlo perché non esiste. Se arrivano 500 milioni per Pastore, forse va via. Non c'è squadra al mondo che può parlare di giocatori incedibili".

Monchi: "Alisson? Non abbiamo ricevuto offerte"

Monchi: "Non faccio rivoluzioni, ma il meglio per la squadra"

"A chi dice che faccio rivoluzioni rispondo con la mia storia. Ho fatto sempre questo tipo di lavoro, se si guarda questo tipo di percorso ho fatto sempre tante entrate e uscite, e qualcosa ho vinto. Non faccio rivoluzioni, faccio quello che penso sia meglio per squadra, società, allenatore e calciatori. Abbiamo fatto una bella stagione, aver finito terzi e in semifinale è qualcosa di importante, non voglio fermarmi là. Sono sempre stato molto ambizioso. Per questo prendo una decisione, per fare una squadra più forte possibile. Poi il campionato dirà, ma quello che ho fatto fino ad oggi è quello che ho pensato che sia meglio per la società. Aspettiamo il futuro", le parole di Monchi.

Monchi: "Florenzi? L'idea è che rimanga. Bianda vicino"

Monchi ha poi parlato così delle altre operazioni di mercato: "Stiamo provando a fare il rinnovo ma non è facile perché è un calciatore fortissimo. Fino ad oggi non abbiamo trovato ancora l'intesa ma l'idea è che resterà qui ed è condivisa con l’allenatore". In attesa di capire quale sarà il futuro di Florenzi, il direttore sportivo della Roma Monchi ha parlato così anche di Bianda, possibile nuovo acquisto: "La trattativa con lui non è ancora chiusa, ma posso dire che siamo molto vicini all'accordo, è un ragazzo di prospettive importanti anche se ha fatto solo 5 partite con la prima squadra del Lens. L'ho visto spesso tramite i nostri scout, è il profilo di giocatore che mi piace prendere. Arriverà qui e inizierà ad allenarsi con la prima squadra, a fianco del nostro staff tecnico sarà un acquisto importante. Aspettiamo di chiudere la trattativa più velocemente possibile", ha concluso Monchi. 

Monchi: "Bianda? E' vicino, ma la trattativa non è chiusa"

15.55 A breve l'inizio della conferenza di Pastore

Mancano pochi minuti all'inizio della conferenza stampa di presentazione, in programma alle ore 16, di Javier Pastore. Il trequartista argentino - che indosserà la maglia numero 27 - arrivato ufficialmente dal Psg verrà presentato ai tifosi giallorossi.

15.35 Cifre e dettagli dell'accordo con Pastore: il comunicato della Roma

"Il Club rende noto di aver acquistato a titolo definitivo i diritti alle prestazioni sportive del calciatore classe 1989 dal Paris Saint-Germain, a fronte di un corrispettivo fisso di 24,7 milioni di euro. Con il giocatore è stato sottoscritto un contratto di cinque anni, fino al 30 giugno 2023. Javier Pastore vestirà la maglia numero 27", si legge nel comunicato diramato dalla Roma sul proprio sito web.

15.09 La Roma ufficializza Pastore

Javier Pastore è adesso ufficialmente un nuovo giocatore della Roma. Con un tweet davvero ironico pubblicato sul proprio account ufficiale, la società giallorossa ha annunciato l'ingaggio del talento argentino. "Il pastore ha trovato il suo nuovo gregge. Benvenuto alla Roma, Javier Pastore!", il testo del messaggio in cui è allegata anche una simpatica foto di Pastore con addosso la divisa giallorossa.

Alle 16.00 la presentazione ufficiale

Lunghissima giornata per Javier Pastore. Non solo le visite a Villa Stuart e la firma con il club giallorosso, l'argentino verrà anche presentato ufficialmente in giornata. Alle ore 16.00, infatti, ci sarà la sua prima conferenza stampa da giocatore della Roma a Trigoria

10.06 Terminata la prima parte delle visite

Terminata la prima parte delle visite mediche di Javier Pastore. Il calciatore argentino è uscito da Villa Stuart per posare davanti ai fotografi: completo della Roma e sciarpa giallorossa in mano, l'ex PSG riprenderà i controlli all'interno della struttura.

7.45 Pastore a Villa Stuart: iniziano le visite mediche

Javier Pastore è arrivato a Villa Stuart per svolgere le visite mediche propedeutiche all’ufficialità dell’accordo con la Roma. Cappellino e occhiali da sole, il calciatore argentino è stato accolto dai cori e dagli applausi di un buon numero di tifosi che lo hanno atteso all’esterno della struttura: entusiasmo, sorrisi e diversi selfie, l’avventura di Pastore in giallorosso è iniziata.

L’arrivo a Ciampino e il saluto al PSG

Nella giornata di lunedì i primi momenti da nuovo calciatore della Roma: Pastore è infatti atterrato all’aeroporto di Ciampino, dove ha iniziato a prendere contatto con la realtà giallorossa. Una volta giunto nella Capitale, il trequartista argentino ha voluto salutare la sua ormai ex squadra, il Paris Saint Germain, attraverso una lettera apparsa sui propri canali social. "Non avrei mai pensato che sarebbe arrivato questo momento – ha scritto Pastore -, ma è tempo di dirvi arrivederci. Vorrei ringraziare tutti i parigini che mi hanno magnificamente accolto e che mi hanno permesso di sentirmi come a casa durante questi anni. Vorrei ringraziare ancor di più tutti i tifosi che mi hanno sempre trasmesso un amore senza pari: li porterò sempre nel mio cuore. Sono stato il primo ad essere stato coinvolto in questo progetto, ho vissuto grandi emozioni, sollevato molti trofei, conosciuto delle belle persone e tremato al Parco dei Principi. Sette anni sono tanti ma al vostro fianco era come se non fossero abbastanza, mi sarebbe piaciuto darvi ancora di più. Ringrazio infinitamente sua altezza Nasser, Antero e tutti i dirigenti e i membri dello staff che mi hanno sempre sostenuto. A tutti i miei compagni, vi auguro il meglio! Continuate a vincere, mi mancherete. Vorrei rivolgere anche un pensiero ad altre persone che sono state importanti nella mia carriera come Angel Cappa, Walter Sabatini e Leonardo. Come si dice, 'tutte le strade portano a Roma', quindi sto per tornare in Italia. Ma spero di rivedervi presto. Vi amo".

Pastore alla Roma, cifre e dettagli dell’affare

Sette anni lontano dall’Italia, adesso Javier Pastore è pronto a giocare nuovamente in Serie A. Affare concluso, dopo la lunga esperienza con la maglia del Paris Saint Germain l’argentino sarà un nuovo calciatore della Roma. 24,7 milioni di euro, questa la cifra sborsata dalla società giallorossa per la chiusura dell’operazione. L’entusiasmo dei tifosi ha già travolto Pastore, che dopo le visite mediche firmerà il contratto con il suo nuovo club.

Calciomercato 2018, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI