user
11 agosto 2018

Calciomercato Inter: il caso Modric e il fattore tempo, l’arma di Florentino Perez

print-icon

Mentre da Madrid nessuno si sbilancia, gli agenti di Modric hanno ribadito la volontà del giocatore di lasciare il Real. Per una questione di stimoli, non di soldi. Ma il tempo stringe: la deadline è lunedì, prima della partenza per la Supercoppa Europea

IL TABELLONE DI CALCIOMERCATO

MERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE

I CROATI SI RIUNISCONO E CHIAMANO MODRIC: "CHI MANCA?"

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

A Madrid non parla nessuno. Non una parola per non sbilanciarsi, per non incappare in una lettura sbagliata. Lasciano parlare gli altri.

Florentino Perez sceglie il silenzio sulla vicenda. Non ne parla in conferenza stampa, non rilascia dichiarazioni. Per giorni i quotidiani di riferimento di Madrid hanno accuratamente evitato di riportare la vicenda Modric in prima pagina, salvo poi uscirci stamattina con il rinnovo in vista.

Nella stessa giornata di ieri però gli agenti di Modric si sono visti con Florentino e in mattinata gli hanno riferito che la loro posizione non è cambiata, andando poi a pranzo con Luka. Il problema non sono i soldi, sono gli stimoli. Modric, forte di una promessa di Florentino, vuole andare via e non ha certo detto sì alla proposta di rinnovo di contratto. Ma il Real non ne vuole proprio sentir parlare. E così fa muro. Singolare però che lo stesso giorno in cui si parla di rinnovo di contratto Modric non mandi segnali, anzi uno sì: un like alla famosa foto di Perisic con i croati interisti in cui si ammiccava proprio al centrocampista croato.

I social fanno parlare molto, così come le prime pagine dei giornali. Ma qui quello che conta è nella testa di Florentino. Più passa il tempo e più sarà difficile per Modric liberarsi. Già stasera c’è l’ultimo impegno amichevole, il solito appuntamento al Bernabeu per la presentazione della squadra (con avversario il Milan). Il modo in cui verrà accolto Modric, come e quanto giocherà possono essere dei segnali anche di fin dove il croato vuole e può spingersi nella rottura. Ma la vera deadline è lunedi: se lunedì verrà convocato (e partirà) per la Supercoppa Europea che si giocherà a Tallinn, allora le possibilità di lasciare il Real diventeranno praticamente nulle. Si gioca il 15 sera, il mercato chiude il 17 in Italia: forse non ci sarebbe neanche tecnicamente il tempo per chiudere l’affare...

Ecco perché il tempo gioca a favore di Florentino. Ecco perché se Modric vuole forzare deve farlo ora. L’Inter non può far altro che aspettare. Ha concluso di fatto la sua campagna acquisti con Keita, al massimo dovrà rifinire. Modric è una grande opportunità da poter cogliere subito, ma non dipende dalla volontà (o dalle capacità) dei dirigenti nerazzurri: tutto quello che doveva esser fatto è stato fatto. Ora la palla viaggia fra Florentino e Luka. E non è detto che essere un grande centrocampista aiuti nella gestione...

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI