Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
04 giugno 2019

Calciomercato Inter, chi è Lucien Agoume: il "nuovo Pogba" preso dai nerazzurri

print-icon

L'Inter lavora anche in ottica futura: c'è l'accordo per il giovanissimo centrocampista francese, al Sochaux 4,5 milioni di euro più bonus. Conosciamolo meglio

INTER, SCATTO PER DZKEKO. BARELLA, C'E' L'OK DI CONTE

INTER, CONTE IN SEDE PER PIANIFICARE IL MERCATO

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE TRATTATIVE

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Non ha ancora 18 anni, ma in Francia c'è già chi assicura che sarà un "crack": lui è Lucien Agoume, centrocampista centrale classe 2002 del Sochaux nel mirino dell'Inter. I nerazzurri che avevano già trovato l'accordo con il giocatore, ora hanno raggiunto l'intesa anche club transalpino. Il suo ingaggio rappresenta un colpo in ottica futura, perché si parla di un giovane non ancora 18enne con tanti margini di crescita, ma con credenziali fisiche e tecniche che fanno decisamente ben sperare: in patria è stato paragonato a Paul Pogba, sia per caratteristiche che per la fisicità; la stagione appena conclusa è stata quella che ne ha segnato l'esordio tra i professionisti: 16 presenze in Ligue 2, in una stagione non facile per il Sochaux.

Crescita e caratteristiche

Agoume è nato a Yaoundé in Camerun il 9 febbraio 2002: ha iniziato a giocare a calcio in Francia nel 2013, nel SC Clémenceau Besançon, per poi passare al Racing Besançon; due passaggi intermedi prima di entrare a far parte dell'Academy del Sochaux, nella quale è entrato nel 2014. Lì è cresciuto, arretrando anche la sua posizione: da trequartista a mediano davanti alla difesa. La sua crescita è andata di pari passo con il percorso in nazionale: dopo aver militato nell'under 16, ora Agoume è il capitano e leader della Francia under 17. Con i bleus gioca prevalentemente come vertice basso o mezz'ala in un 4-3-3: ha buone capacità d'inserimento, oltre che una buona tecnica di base abbinata ad una apprezzabile fisicità. La parola "leader" gli si addice perché le azioni passano spesso dai suoi piedi: merito della sua capacità di impostare il gioco e del coraggio nel chiedere sempre il pallone cercando di smarcarsi e farsi trovare libero il più spesso possibile. Pecca forse in velocità sullo stretto, ma cerca di rimediare giocando a due tocchi per velocizzare il gioco: sono tanti gli aspetti in cui può migliorare, come molti suoi coetanei. L'Inter lo aspetta, per farne un giocatore davvero importante.

Hai già aggiunto Sky Sport ai tuoi contatti Whatsapp?

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI