Giro, Carapaz: "Pronto a difendere maglia fino a Verona". Nibali: "Buone sensazioni"

Ciclismo

L'ecuadoriano ha un vantaggio di 1'54" su Nibali a due tappe dalla conclusione del Giro d'Italia: "Tappa gestita bene insieme a Landa", ma lo Squalo non si arrende: "Frazione con salite poco impegnative, ma domani sarà diverso"

19^ TAPPA, VINCE CHAVES

LE CLASSIFICHE

IL GIRO SU SKYGO ED EUROSPORT 1

Esteban Chaves ha trionfato nella 19^ tappa del Giro d'Italia, da Treviso a San Martino di Castrozza. Il colombiano ha espresso la sua gioia per il successo: "Incredibile, i sogni si realizzano – commenta dopo il traguardo, dove ha festeggiato in lacrime con i suoi genitori – Questa vittoria lo dimostra, dopo alcuni anni difficili non ho mai mollato. Bisogna crederci e lavorare, finalmente sono riuscito a vincere un’altra tappa al Giro ed è incredibile. I miei genitori sono qui, è stata una giornata bellissima e non ho parole per descriverla. Non bisogna mai mollare e provarci fino alla fine, nel ciclismo come nella vita. Bisogna sempre spingere, oggi ho dimostrato che nessun traguardo è impossibile“. L'ecuadoriano Richard Carapaz continua a indossare la maglia rosa a due giorni dalla conclusione del 102° Giro d'Italia: "Mi aspettavo che Lopez attaccasse, ma l’abbiamo gestita nel miglior modo possibile con Landa. È un’altra buona giornata per noi e non vediamo l’ora che arrivi domani. Siamo pronti a difendere la maglia rosa in una tappa più difficile di quella odierna”. Per Vincenzo Nibali è rimasto inalterato il distacco da Carapaz (che ha un vantaggio di 1'54"): "Oggi ho avuto buone sensazioni. La tappa non prevedeva salite lunghe e impegnative, quindi non era facile attaccare i miei rivali. Auguro tutto il bene del mondo a Chaves, se lo merita”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.