user
05 ottobre 2018

Consigli Fantacalcio: i 'campo o panca' dell' ottava giornata

print-icon

Ogni giornata nasconde insidie, rischi e turnover ma ci sono anche i dati che ci aiutano a capire chi dovrà essere un titolare inamovibile della nostra fantasquadra. La nostra fantarubrica passa in rassegna 10 nomi equamente suddivisi tra campo e panchina

LE PROBABILI FORMAZIONI

CONSIGLI 8^ GIORNATA: FANTA ROOM

L’ottavo turno di campionato arriva alla fine di un ciclo di gare che ci porterà alla sosta. Per alcune squadre ci sono state tante gare molto ravvicinate e anche la programmazione televisiva di Sky prevedeva quasi una partita al giorno da metà settembre a oggi. La Juventus va a Udine, l’Inter a Ferrara mentre il Napoli ospita un Sassuolo che come al solito penserà ad attaccare. Lo scontro Ancelotti-De Zerbi, unito al match tra Lazio e Fiorentina, sono senza dubbio gli impegni sulla carta più interessanti. Non solo dal punto di vista strettamente tecnico ma anche a livello fantacalcistico. Milan-Chievo e Torino-Frosinone sono invece scontro da 'all-in' dato che le avversarie di granata e rossoneri concedono sempre parecchio, soprattutto in trasferta.

Ecco quindi una panoramica su chi mettere in campo e chi lasciare in panchina al fantacalcio. Prima del listone sono necessarie due premesse:

Giocatori come Icardi, Cristiano Ronaldo, Higuain e gli altri bomber spesso non verranno citati in quanto sono quasi sempre da mettere. Saranno presenti nelle liste solo in caso di "panca" oppure come consigliati in un match particolarmente difficile.

Nelle varie motivazioni cercheremo di supportare la spiegazione e il consiglio anche con dati statistici sulla base di quanto una squadra crea e di quanto un’altra concede.

CAMPO

Titolare della settimana – Calhanoglu vs Chievo

In Europa League ha parzialmente riposato ma quando è entrato in campo ha avuto un ottimo impatto ed è stato anche lui determinate nella rimonta rossonera. In campionato gli è ancora mancato quel qualcosa per rendere al meglio. Gattuso contro il Chievo lo rilancerà dal primo minuto. La retroguardia gialloblu concede sempre molto e in casa il Diavolo è tra le squadre con la più alta produzione offensiva. Calhanoglu dovrebbe alzare di molto la sua media di 3 tiri ogni 90 minuti giocati. Tra punizioni, cross e conclusioni i bonus possono arrivare in molti modi.

Verdi vs Sassuolo

Tutto porta a pensare che contro il Sassuolo possa giocare lui largo a sinistra. Con Luperto non al meglio, la mossa di Ancelotti per sostituire lo squalificato Mario Rui sarà con tutta probabilità quella che prevede lo spostamento di Hysaj a sinistra con compiti più difensivi. Col terzino 'bloccato' Verdi potrà pensare di spingersi molto in avanti. Altro dato a favore: quest'anno il Napoli sta cercando di bilanciare maggiormente gli attacchi laterali tra destra e sinistra ma la fase offensiva di costruzione preferita è ancora quella dalla parte di Verdi (40% degli attacchi attiva da sinistra)

Keita vs Spal

E’ il giocatore che può sparigliare il weekend fantacalcistico di molte squadre. In una giornata nella quale ci sono un bel po' di consigli 'scontati' (da Piatek a tutti i vari bomber ‘costosi’) ecco che Keita può farvi svoltare. Spalletti lo ha provato al posto di Perisic. Non è ancora automatico però che il croato vada in panchina a favore dell’ex laziale. Keita è quel giocatore che ogni settimana può finire sia in ‘Campo’ che in ‘Panca’. Molto dipende dal suo atteggiamento in campo. La Spal, dopo un avvio nel quale aveva concesso davvero poco in casa, ha iniziato a soffrire non poco le squadre votate all’attacco. In più Keita è un giocatore che può ricoprire vari ruoli in attacco, come già dimostrato. Sulla fascia però, se è in giornata, risulta davvero devastante.

Mandzukic vs Udinese

Numericamente, il buon Mario sarebbe il terzo in ordine di gradimento. Ronaldo è quello che tira di più, quello che centra di più la porta e uno dei migliori uomini assist del campionato. Dybala è reduce dalla tripletta europea e contro l’Udinese si esalta spesso e volentieri. La Juve di oggi però ci ha insegnato che un Mandzukic punta con Cristiano che parte esterno sinistro ha il suo perché. Non solo dal punto di vista strettamente realizzativo (leggi la doppietta al Napoli) ma anche per capacità di coinvolgimento. Quando la Juventus aveva cambiato passo nel 3-1 contro gli azzurri, Mandzukic aveva più che triplicato la propria percentuale di possesso palla. Non ci sono infatti solo gli assist di CR7: nell’ultimo turno Alex Sandro lo ha servito 4 volte, Pjanic 3. Insomma Mario è un super ricercato…in senso buono.

Pavoletti vs Bologna

Buona parte della stagione del Cagliari, passa per le sfide casalinghe contro squadre che non siano di primissima fascia. Lo scorso anno i rossoblù avevano praticamente vinto quasi tutti gli scontri diretti con le altre squadre che lottavano per conservare il posto in A. In questo inizio di stagione, se escludiamo il Frosinone, Bologna e Cagliari sono rappresentano i peggiori attacchi con appena 4 reti segnate. Pavoletti ne ha messe a referto 2 ma l’attaccante principe rossoblu è davvero il terminale offensivo di squadra. Dei 18 tiri in porta totali, 5 arrivano da Pavoletti. Altri 4 li ha portati in dote Farias che però contro il Bologna lascerà il posto a Sau.

PANCA

Panchinaro della settimana – Lasagna vs Juventus

Tre tiri in porta e un gol nelle ultime 4 gare giocate. Ad una prima analisi non sembrerebbero numeri così brutti. Rifacciamo i calcoli escludendo i 23 minuti giocati nella quinta di campionato: zero tiri in porta effettuati in tre partite su un impiego totale di 235'. Sorprendente vero? Come siamo abituati a ripetere, i numeri in senso assoluto possono trarre in inganno. Una bella prestazione livella verso l’alto la media ma andando più in profondità si possono scoprire ‘falsi positivi’. Contro la Juventus, Lasagna rischia di trovare una difesa senza turnover. Giocare da soli contro Chiellini e Bonucci non è il massimo della vita: certo è che l’ex capitano del Milan, in questo inizio di stagione, si è fatto anche sorprendere sui duelli di testa. Dovessero piovere palloni nell’area juventina, magari sconsiglieremmo meno un Lasagna titolare nella vostra fantasquadra….

Santander vs Cagliari

I casi sono due: o il Bologna cambia marcia oppure Santander resta sconsigliato. La squadra di Filippo Inzaghi è alla quarta trasferta di stagione. Nelle precedenti tre la somma totale (ripetiamo…totale) dei tiri in porta effettuati dice 5 a fronte dei 16 concessi. E se per caso non ve ne foste accorti, il Bologna deve ancora trovare la prima rete stagionale lontano da casa. A questo si aggiunga che dei 5 tiri in porta totali, 3 erano arrivati contro il Frosinone. Se la vostra previsione è quella di un Bologna più attento a non perdere, Santander, in mancanza di valide alternative nella vostra fantasquadra, è meglio lasciarlo in panchina per questa settimana.

Simeone vs Lazio

Arriva da un periodo di tre gare senza reti. Nelle partite nelle quali è finito sul tabellino dei marcatori, Simeone aveva sempre tirato nello specchio 3 volte. In due gare ha centrato la porta solo una volta mentre in ben tre occasioni le sue conclusioni sono sempre finire o a lato o sono state respinte da qualche difensore. La Lazio ha perso il Derby e ha perso in Europa League: Inzaghi non riparte in campionato da un’avversaria semplice ma nella sfida dell’Olimpico, le armi che possono fare più male alla retroguardia biancoceleste sono la velocità degli esterni unita a qualche inserimento centrale. Simeone dovrà vedersela con Acerbi e anche dal punto di vista aereo troverà qualche difficoltà.

Boateng vs Napoli

Avere un centrocampista in attacco fa sempre comodo: nella gara contro il Napoli molto dipenderà da quanto il 'Principe' verrà coinvolto nella fase di attacco. De Zerbi predilige un gioco offensivo: a volte può risultare controproducente ma attenzione a pensare che una squadra messa su per attuare un determinato tipo di gioco, debba snaturarsi per difendere un pareggio. I numeri dicono che Boateng o 'spacca' o è anonimo dal punto di vista delle conclusioni. In sei gare giocate o ha tirato in porta almeno due volte oppure non ha trovato mai lo specchio. Ancelotti potrebbe cambiare molti elementi dell’XI titolare ma la filosofia difensiva difficilmente subirà effetti negativi. Ragion per cui il 'Boa' meglio schierarlo in altre occasioni

Antenucci vs Inter

Spalletti è fermo al rigore contro il Sassuolo alla prima trasferta di campionato. Da allora zero gol presi dalla sua Inter lontano da 'San Siro'. La Spal, anche prima di perdere la prima gara interna, aveva costruito le proprie vittorie sfruttando molto la fase difensiva: poche conclusioni concesse con capitalizzazione massima dei tiri effettuati in attacco. L’Inter arriva da un periodo nel quale non ha solo ritrovato vittorie e verve offensiva. Spalletti sta ruotando anche la difesa segno che gli assetti sono consolidati indipendentemente dagli interpreti. Se poi la coppia davanti alla difesa fosse ancora quella formata da Vecino e Brozovic, Antenucci e Petagna potrebbero trovare ulteriori difficoltà.

Serie A, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi