Alonso: "Vettel? Problema suo se è nervoso"

Formula 1

Lo spagnolo nel corso del doppiaggio al giro 47 lascia passare Ricciardo e poi chiude la traiettoria tenendo dietro il ferrarista. Seb, in lizza per la terza posizione, dopo il sorpasso lo manda gentilmente al diavolo

CLICCA QUI PER RIVIVERE IL GP DELLA MALESIA

ORDINE D'ARRIVO - CLASSIFICHE

Tra Vettel e Ricciardo, c’è un Alonso di troppo: storia di un doppiaggio complicato. Nello sciagurato weekend malese, il ferrarista è partito in fondo al gruppone per un guaio tecnico durante il Q1. Seb, sorpasso dopo sorpasso, ha costruito la sua rimonta martellando fino al giro 47. Vettel mette nel mirino Ricciardo, in lizza per la terza posizione. Il ferrarista si trova negli scarichi della Red Bull ma, davanti l’australiano deve liberarsi di Fernando Alonso. Ricciardo lo supera agevolmente, Seb ci prova però lo spagnolo si dimostra un cliente complicato, chiude la traiettoria, tiene dietro il pilota della Ferrari e Ricciardo intanto prende il largo.

Dopo il complicato sorpasso, il ferrarista lo manda gentilmente al diavolo. “Volevo il terzo posto” - ha commentato a caldo, ma nessun riferimento a quanto accaduto con l’ex ferrarista. Alonso nel post-gara non fa una piega, a microfoni accesi risponde così al nervosismo del collega: “Lui non è mai contento, certamente è un problema suo, non mio”. Telegrafico, senza troppi giri di parole. Come se non bastasse, il weekend nero della Rossa si è chiuso con il botto finale. Ci ha pensato Lance Stroll, il canadese infatti dopo il traguardo ha centrato in pieno la Ferrari di Vettel che nell’impatto ha avuto decisamente la peggio.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche