Incidente Vettel-Stroll: cambio rotto e rischio penalità nel GP di Suzuka? Il regolamento dice che...

Formula 1

L'incidente Vettel-Stroll dopo il traguardo di Sepang lascia il dubbio su un cambio Ferrari che potrebbe essere danneggiato e quindi destinato alla sostituzione. Se così fosse, il tedesco rischierebbe di scontare 5 posizioni nella griglia della prossima gara. Ecco cosa dice il regolamento e perché la componente può invece essere salvata

VETTEL DOPO SEPANG, DANNI AL CAMBIO? GLI SCENARI

Cambio danneggiato e rischio penalità per il GP di Suzuka? Al momento ancora nessuna certezza, ma l'incidente Vettel-Stroll dopo il traguardo di Sepang lascia il dubbio su una componente Ferrari che potrebbe essere stata danneggiata dall'impatto e quindi destinata alla sostituzione. Se così fosse, se questa ipotesi venisse cioè confermata, il tedesco e la sua SF70 H potrebbero scattare con una penalità di 5 posizioni in griglia a Suzuka, dove domenica prossima si correrà il GP del Giappone. Ma cosa è successo esattamente? Cosa potrebbe accadere? E, soprattutto, cosa dice il regolamento? Di seguito la spiegazione di un caso che rappresenta un'eccezione senza precedenti.

Il regolamento FIA

La Federazione, all'articolo 23.5 (a) del regolamento sportivo (non tecnico) 2017, dice che "Un pilota può utilizzare un solo cambio per sei eventi consecutivi. Se un pilota è costretto a sostituire un cambio prima del completamento dei sei eventi sconterà cinque posizioni di penalità sulla griglia di partenza in tale evento, e di altri cinque posti ogni volta che viene usato un cambio ulteriore.
 Ad esclusione dell’eventualità di un ritiro che non consenta ad un pilota di completare una gara, il cambio montato sulla macchina al termine della manifestazione deve rimanere sulla monoposto per le restanti gare delle sei in sequenza.
 Qualsiasi pilota che non è riuscito a finire la gara al primo, secondo, terzo, quarto o quinto dei sei eventi per motivi che il delegato tecnico accetta come al di là del controllo della squadra o del driver, può iniziare il seguente evento con un cambio diverso senza penalità".


Il caso Vettel

Come premesso, quello di Vettel a Sepang resta un episodio "bordeline"; perché il pilota si è classificato ma non ha completato il giro d'onore a causa dell'incidente. Il punto da considerare è uno: il giro d’onore fa parte della gara o no? Nel primo caso si creerebbe un precedente inedito (perchè la gara non sarebbe di fatto completata pur essendo classificato); nel secondo, invece, scatterebbe la sanzione. Per intenderci con un esempio: se un team rompe un cambio durante il trasporto da una gara all'altra va in penalità.

Perché essere ottimisti

Il cambio della Ferrari di Vettel potrebbe essere salvato. In caso di urto laterale non ci sarebbe alcuna chance, ma nel caso in oggetto la dinamica dimostra che si sono agganciati i due pneumatici della SF70 H e della Williams per un urto quindi longitudinale. Il rischio è che il semiasse non abbia ceduto subito, agendo come leva con gli ingranaggi interni alla scatola. Allora ci sarebbe poco da fare. Se invece ha ceduto subito, le possibilità che la scatola sia intatta sono concrete.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche