Formula 1, il "caso Budkowski". Ma chi è e cos'è successo?

Formula 1
Marcin_Budkowski_getty

E' il fatto che agita il paddock nel weekeend di Suzuka. In pochi giorni ha cambiato "mestiere": dimessosi da responsabile tecnico della Federazione, si è subito legato alla Renault. Ma perché è diventato un caso l'ingaggio di un ingenerare ai più sconosciuto?

QUI LE LIBERE DEL VENERDI'

TEMPI E DISTACCHI - CLASSIFICHE

CONFERENZA PILOTI - GUIDA TV - CALENDARIO

Il responsabile tecnico della federazione internazionale, Marcin Budkowski, pochi gironi fa ha rassegnato le dimissioni dal suo ruolo. Poco male fin qui, se non fosse che il polacco si è già accasato con un team di F1, la Renault. Ma perché è diventato un caso l'ingaggio di un ingenerare ai più sconosciuto?

Perché in questi anni ha valutato lui e legittimato le scelte tecniche dei team, quindi è in possesso di tutti i segreti di tutti team e in particolare tutte le interpretazioni al limite del regolamento. Di fatto, conosce tutte le metodologie di lavoro e tutti i progetti.

Inizialmente su questo fatto si sentiva dire che "sarebbero statti sei i mesi di gardening, ovvero giardinaggio" (in soldoni di non lavoro) prima di unirsi ai gialli francesi. Ma comunque troppo poco per tutti i rappresentanti dei team perché avrà tempo e modo di aiutare Renault a fare il lavoro nella migliore direzione.

Ciò non vuol dire automaticamente avere la macchina migliore. Se Renault la prossima stagione sarà davanti a lottare comn i big, uno dei principali artefici sarà proprio lui. Si tratta di un caso mal gestito dalla Federazione che non lo ha blindato con almeno un anno di stop. Ma è andata così e le polemiche sono un'inevitabile conseguenza.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche