Formula 1, Arrivabene: "L'abbraccio a Vettel? Vuol dire che non molliamo"

Formula 1

Il team principal della Ferrari racconta l'episodio dell'abbraccio al tedesco dopo il suo ritiro a Suzuka. Sul momento difficle del team la vede come il presidente Marchionne: "La macchina è buona al di là dei componenti che ci hanno lasciato a piedi. Ad Austin ce la giocheremo" 

RIVIVI LA CRONACA DELLA GARA

TEMPI E DISTACCHI - CLASSIFICHE

"Questa è andata così, non molliamo". E' la 'traduzione' di Maurizio Arrivabene, team principal della Ferrari, dell'abbraccio tra lui e Sebastian Vettel dopo il ritiro del tedesco nel Gran Premio del Giappone. "La macchina è buona al di là dei componenti che ci hanno lasciato a piedi", ha detto il team principal a Sky Sport F1 HD, che dunque la vede come il presidente Marchionne.

"Ma dobbiamo stringere i denti e andare avanti. Si riparte, girando pagina, motivati, facendo un analisi su quanto è successo, tornando a Austin decisi a giocarsela, anche se i punti di distacco con la Mercedes sono molti", ha concluso giuardando alla prossima gara negli Usa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche