Formula 1, GP USA 2017: Hamilton trionfa ad Austin, secondo Vettel. La Mercedes vince il mondiale costruttori

Formula 1

Il pilota della Mercedes si impone anche ad Austin, centra la vittoria numero 6 negli Stati Uniti e allunga a più 66 il vantaggio su Sebastian Vettel a tre Gran Premi dal termine. Il tedesco ha chiuso secondo davanti a Verstappen che ha beffato Raikkonen alla fine. Al termine però, inflitti 5 secondi di penalità per l'olandese che retrocede quarto

Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

QUI LA CRONACA DELLA GARA

TEMPI -CLASSIFICHE

L'ORDINE D'ARRIVO: Hamilton, Vettel, Verstappen, Raikkonen, Bottas

Si chiude il weekend perfetto di Lewis Hamilton, l’inglese si impone anche ad Austin e dà un’altra spallata al mondiale, consentendo al suo team di aggiudicarsi la classifica costruttori per il quarto anno consecutivo. Sesta vittoria stagionale per il leader del campionato che ha dominato tutte le sessioni, dalle libere alla qualifiche, raccogliendo un altro trionfo statunitense. Ora, i punti di vantaggio su Sebastian Vettel sono 66, a tre Gran Premi dal termine. Il tedesco ha chiuso secondo, non è bastata una super partenza al ferrarista pur riuscendo, addirittura, a prendersi la testa della corsa dopo la prima curva. Leadership che è durata solo sette giri, prima che tornasse l’insaziabile Lewis.

Terzo posto in pista per Max Verstappen, (ma solo virtuale), perché gli è stata inflitta al termine della gara una penalità di cinque secondi e sul podio ci è finita l’altra Ferrari di Kimi Raikkonen. Resta, comunque, la grande impresa del pilota della Red Bull, (fresco di rinnovo in settimana) ha completato una super rimonta: da sedicesimo a quarto. Chiude la top five un deludente Valtteri Bottas, il finlandese dopo una fase iniziale concitata e il duello ruota a ruota con Ricciardo, ha subito una serie di sorpassi in sequenza che lo hanno relegato fuori dal podio.

I numeri del GP

  • E' stata la 39esima edizione del GP degli Stati Uniti, che si è disputato su otto circuiti differenti (quello che ha visto più edizioni è Watkins Glen, che ne ha ospitate 15). Questa è la sesta gara che si corre ad Austin, in Texas, che ospita il mondiale di F1 dalla stagione 2012.
  • 4 vittorie consecutive (record GP) di Michael Schumacher tra il 2003 ed il 2006. Per lui anche 3 pole consecutive(record GP) tra il 2000 e il 2002.
  • 18 volte (con questa gara) su 39 ha vinto chi è partito dalla pole, l'ultima volta nel 2016 con Hamilton.
  • Il pilota più giovane ad imporsi è stato Bruce McLaren nel 1959, all'età di 22 anni. Quello più anziano è stato Michael Schumacher a 37 anni nel 2006.
  • 15 le vittorie dei piloti britannici (9 consecutive tra il '60 ed il '68), 6 per i brasiliani e per i tedeschi (una di Vettel e 5 di Michael Schumacher).
  • Il confronto Hamilton-Vettel: 3 vittorie per Hamilton, una per Vettel. Due pole per il tedesco, tre podi per entrambi.
  • Se Hamilton oggi chiudesse nei primi 10 posti salirebbe a 22 gare consecutive a punti, la quarta striscia più lunga di sempre e la piu' lunga della sua carriera.
  • L'America è il continente che porta meno bene a Sebastian Vettel: tra Stati Uniti, Canada, Messico e Brasile, il tedesco della Ferrari ha conquistato solo 4 vittorie in 28 GP (il 14,3% delle gare corse).
  • La Ferrari non va a podio da 3 gare consecutive: era dall'anno scorso che non succedeva, allora la striscia fu di addirittura 6 gare (da Singapore al Brasile).

La classifica

Grazie alla vittoria di Suzuka Hamilton ha allungati sugli inseguitori: Vettel è lontano 59 punti, Bottas 72. Distanze abissali con gli altri due piloti della top five: Ricciardo è a -114, Raikkonen a -158. Perché Hamilton possa festeggiare già ogg il titolo piloti dovrà incrementare di 16 punti il margine sul ferrarista e di 3 sul compagno finlandese.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche