GP Bahrain 2018: le prove libere viste dalla pista, la Ferrari brilla nel "buio" di Sakhir

Formula 1

Mara Sangiorgio

raikkonen_luci_bahrain_getty

Alla fine della seconda sessione di libere i più veloci sono stati prima Raikkonen, subito dietro di 11 millesimi Vettel. Poi le Mercedes, con Hamilton penalizzato di 5 posizioni, e le Red Bull. Dopo aver perso l'intera prima sessione, Max Verstappen sul passo gara ha comunque stupito. GP in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD canale 207 e con SkyQ l'incredibile definizione del 4K HDR

Gli approfondimenti in Reparto Corse F1 ogni lunedì alle 14.30 su Sky Sport24 (canale 200)

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DEL GP BAHRAIN LIVE

QUI TEMPI E DISTACCHI

GUIDA TV - CLASSIFICA E CALENDARIO DELLA F1 SU SKY

E’ un rosso che brilla. E non solo per le luci artificiali che illuminano il circuito di Sakhir. Davanti a tutti per ora ci sono due Ferrari, e non di poco. Con il colpo di scena finale di Lewis Hamilton che alla seconda gara della stagione dovrà già sostituire il cambio – danneggiato in Australia – e quindi scontare cinque posizioni di penalità in griglia. Kimi Raikkonen ha dimostrato una volta di più che con questa monoposto ha il feeling giusto. E’ stato lui il più veloce, di 11 millesimi davanti a Sebastian Vettel. Entrambi i ferraristi non si sono voluti sbilanciare troppo a parole ma è bastata la pista. Anche il tedesco, che durante le prime libere aveva faticato un po’ di più, insieme alla squadra ha trovato un assetto migliore e dopo il tramonto si è dimostrato molto competitivo, sia sul giro secco che sul passo gara specialmente con le gomme soft. In simulazione qualifica la Ferrari ha rifilato cinque decimi di secondo alla Mercedes di Bottas e sei a quella di Hamilton. Nove decimi invece alle due Red Bull. La sensazione è che il team tedesco abbia lavorato molto in funzione della gara, verificando il comportamento della monoposto con il caldo e il risparmio della benzina. Già consapevoli della penalità che avrebbe dovuto scontare proprio il campione del mondo in carica. Velocissima in assetto domenicale anche la Red Bull: la più costante in pista con Verstappen ma anche con Ricciardo. Qualche cambio d’assetto tra la prima e la seconda sessione ha allontanato la RB14 dalla vetta in termini velocistici. Adesso, con Lewis che potrebbe partire dalla sesta posizione in giù, l’occasione sembra di quelle ancor più importanti per brillare quando conta davvero.   

I più letti