Formula 1, i rivali di Michael Schumacher: Hakkinen, Villeneuve e Coulthard

Formula 1

Sono stati molti gli avversari di Schumacher nella sua lunga e incredibile carriera: dalle sportellate con Villeneuve alla rivalità mai sopra le righe con Hakkinen, fino alla rissa sfiorata con Coulthard sotto la pioggia di Spa. Gli speciali "Schumi 50" e "Schumi the Best": oggi la programmazione dedicata su Sky Sport F1 e Sky Sport 24

FOTO. SCHUMI, I 50 MOMENTI TOP

UN'APP PER I 50 ANNI DI SCHUMACHER

CORINNA, MESSAGGIO PER SCHUMI SU FACEBOOK

Chi vince nello sport è pieno di 'nemici'. Rivali, avversari, da battere con ogni mezzo. Michael Schumacher non è mai stato tenero con gli altri piloti, e viceversa. La Formula 1 degli Anni '90 non risparmiava sportellate, colpi bassi, parole grosse e piccoli trucchi per tagliare il traguardo davanti agli altri. Dei tanti rivali che Schumi ha avuto, ne abbiamo scelti tre, con cui ha vinto, perso e battagliato come solo i grandi piloti sapevano fare. 

Jacques Villeneuve e la beffa di Jerez

Quando Schumi arriva in Ferrari nel 1996, si trova come principale avversario uno che a Maranello conoscono fin da bambino, nel senso letterale. Jacques Villeneuve, figlio del mitico e indimenticato Gilles, è infatti cresciuto nel box della Rossa. Alla guida della forte Williams, infatti, il canadese punzecchia in più di un'occasione il Kaiser nella sua prima stagione in Ferrari, con altrettanti corpo a corpo. A Imola la spunta Jacques, a Spa invece Michael. All'Estoril, nel GP del Portogallo, Villeneuve compie uno dei sorpassi più spettacolari dell'anno passando all'esterno la Rossa nel curvone che immette sul rettilineo finale. E' quello il prologo alla battaglia di Jerez 1997, ultima gara del Mondiale, a cui Schumi si presenta con 1 punto di vantaggio sul rivale. Il ferrarista scatta bene al via, ma è al 48° giro che succede il finimondo: Villeneuve attacca Schumi alla curva Dry Sec, il quale per difendersi lo stringe sul cordolo colpendo la sua Williams. Schumacher danneggia la sospensione e si ritira, Jacques chiude terzo e vince il Mondiale: per il Kaiser arriva anche la beffa della squalifica, dopo essere stato ritenuto colpevole dell'incidente. 

Mika Hakkinen, il 'nemico-amico'

Il pilota con cui Schumi ha più battagliato in termini di Mondiali è sicuramente Mika Hakkinen. Il finlandese si trovava a bordo di una McLaren che stava lentamente ritrovando velocità e costanza dopo l'epoca Senna. Mika è stato quello che più di tutti gli altri piloti si è giocato il titolo con il campione Ferrari: un duello acceso, ma leale che vide trionfare Hakkinen sia nel 1998 che nel 1999, favorito anche dall'infortunio alla gamba occorso al rivale a Silverstone. Schumacher, poi, si rifece con gli interessi battendo la McLaren di Hakkinen nel 2000 e 2001. Durante la stagione che ha riportato il titolo a Maranello dopo 21 anni, è stato però il finlandese della McLaren a compiere uno dei sorpassi più belli nella storia del circus, a Spa-Francorchamps. Hakkinen prende la scia del tedesco, in mezzo c'è il doppiato Zonta, ma Mika passa entrambi e compie un autentico capolavoro, inutile però per la corsa iridata, che vedrà finalmente 'l'amico-nemico' Schumi trionfare in Rosso. 

David Coulthard e quella rissa sfiorata a Spa

Con David Coulthard, Schumi non ha mai veramente lottato per un Mondiale. Lo scozzese è sempre stato una seconda guida della McLaren, un fido scudiero capace di qualche sporadico guizzo. A distanza di oltre vent'anni, quello che di lui resta maggiormente impresso nella memoria è il fattaccio di Spa. E' il 1998 e Schumacher è in piena lotta per il titolo con Mika Hakkinen, prima guida della McLaren. Con il tedesco saldamente in testa in una delle sue piste preferite, si trovò a dover doppiare il compagno di squadra del finlandese, David Coulthard. Sotto il diluvio e con visibilità ridotta al minimo, lo scozzese effettuò una brusca frenata proprio mentre la Ferrari stava per effettuare il sorpasso: dalla nuvola d'acqua uscì la vettura di Schumacher su tre ruote. Un episodio che scatenò l'ira del tedesco, trattenuto a fatica dai meccanici mentre cercava vendetta ai box della McLaren, e che si rivelò decisivo a fine stagione, quando il Kaiser chiuse secondo con 14 punti di distacco da Hakkinen. 

#Schumi50, la programmazione ad hoc di Sky Sport

Oggi, in occasione del 50° compleanno del campione tedesco, Sky Sport F1 sarà dedicato completamente allo #Schumi50 con una programmazione speciale. Sky Sport 24 intervisterà Montezemolo, Aldo Costa, Stefano Domenicali, Maurizio Arrivabene. Per tutta la giornata lo Speciale Schumi The Best, con tantissime immagini che ci hanno fatto emozionare. Previsti anche studi con i nostri Guido Meda, Carlo Vanzini e Leo Turrini e le gare più belle di Schumacher: dal Gran Premio del Belgio 1991 del debutto all’ultima vittoria con la Ferrari (GP di Cina del 2006).

I più letti