Formula 1, GP di Montecarlo 2019: la guida del pilota

Formula 1

Matteo Bobbi

Su un tracciato dove più che altrove le qualifiche possono essere decisive, staccata di curva 10 rappresenta il punto migliore per cercare un sorpasso a Montecarlo. Qui vi sveliamo tutte le caratteristiche, i punti più insidiosi e le curiosità della pista che ospita il sesto appuntamento del Mondiale 2019. La gara domenica 26 maggio alle 15.10: diretta esclusiva su Sky Sport F1 e Sky Sport Uno

GP MONACO, LA GARA LIVE

La Formula 1 fa tappa nel Principato di Monaco, per uno dei weekeend più attesi dell'intera stagione. Come per ogni vigilia di gran premio, andiamo in pista per scoprire cosa deve sapere e come un driver deve affrontare il circuito di Montecarlo. Curva dopo curva, questa è la guida del pilota:

  • Curva 1. Si frena poco dopo cartello dei 100 metri, si percorre in 3^ marcia a 130 km/h circa, frenata molto difficile in quanto molto sconnessa la zona di frenata; facile perdere il punto esatto di staccata, 4.3 G di decelerazione.

  • Curva 3. Non si vede il punto di apex. Cambio pendenza nel momento del turning in, si percorre in 4^ marcia a 160 km/h circa.

  • Curva 10. Grandissima staccata uscendo dal tunnel, la zona di frenata è molto sconnessa e si frena in discesa, si frena ai 110 mt esercitando 160 kg sul pedale del freno, 4.7 G di decelerazione, si percorre in 3 marcia.

  • Curva 13/14. La effettuano in pieno con una velocità minima di circa 220 km/H, si usa molto il cordolo della 14.

  • Curva 19. Bisogna anticipare abbastanza il turning point. Cambio di camber (angolo di campanatura) della pista. Serve generare trazione in uscita.

  • Punti per la domenica. Staccata di curva 10 potrebbe rappresentare il miglior punto per cercare un sorpasso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche