F1, GP Montecarlo, Vettel dopo le qualifiche: "Tradito dal mio team? No, facile criticare"

Formula 1

Il tedesco ha archiviato le qualifiche con il quarto tempo: "Ho faticato a far funzionare le gomme e a trovare il giusto feeling che qui a Montecarlo è necessario". E sull'errore che è costato la qualifica di Leclerc: "Quando sei al limite capita di sbagliare". La gara domenica 26 maggio alle 15.10: diretta esclusiva su Sky Sport F1 e Sky Sport Uno

GP MONACO, LA GARA LIVE

"Se sei quarto a Montecarlo è una bella notizia, se sei dietro no" così Sebastian Vettel ha esordito nel post qualifica del Gran Premio di Montecarlo, dove ha segnato il quarto tempo in 1:10.947, aggiudicandosi la seconda fila. "Sapevamo che gran parte del lavoro doveva essere fatto oggi e abbiamo dato tutto. È stato un peccato nel Q1 perché eravamo tutti molto vicini e perdere una macchina per domani è stato un peccato - ha proseguito il pilota della Ferrari -. Riguardo alla decisione del suo team di sacrificare un compound di gomme per permettergli di tornare in pista e segnare il miglior crono in Q1: "C'è mancato poco che non rimanessimo fuori con entrambe le macchine. Ho faticato a far funzionare le gomme e a trovare il giusto feeling che qui a Montecarlo è necessario". Vettel ha inoltre ricordato l'incidente nelle terze Libere che l'ha visto protagonista alla Santa Devota: "Non mi sento deluso, né tradito da mio team. Anzi, hanno fatto un lavoro fantastico, hanno aggiustato la macchina dopo che io li avevo traditi nelle FP3. Non siamo nelle condizioni di forma che vorremmo, quindi è facile criticare". E sulla pole di Lewis Hamilton: "Quando sei al limite capita di sbagliare, invece quando hai più margine le cose sono più semplici, ma non è la nostra situazione attuale. È quella che hanno altri (Mercedes, ndr) e loro hanno lavorato sodo per arrivate a quel punto. Sta a noi dare di più per riprenderli".

I più letti