F1, Leo Turrini dopo il GP del Canada: "Così si uccide la Formula 1"

Formula 1

Leo Turrini

Una manovra poco delicata al 50esimo giro su Hamilton è costata cara a Vettel, che dopo aver condotto sempre in testa e tagliato per primo il traguardo del Gran Premio del Canada, ha ricevuto una penalità di 5 secondi e si è visto costretto a salire sul secondo gradino del podio

PENALITA' VETTEL, LA FERRARI PRESENTA RICORSO

VIDEO. IL GESTO POLEMICO DI VETTEL

Esterno con molto rammarico la mia opinione alla fine di questo tumultuoso Gran Premio del Canada: così si uccide la Formula 1. Per la semplice ragione che l'automobilismo comporta necessariamente una dose di rischio e non c'è stata alcuna cattiveria né scorrettezza da parte di Sebastian Vettel mentre tentava di rimediare a un suo errore per salvaguardare il primato su Lewis Hamilton. Jean Todt, la Federazione Internazionale e i commissari dovrebbero spiegare cosa vogliono. Vogliono per caso trasformare i Gran Premi in versioni internazionali di gincane da strapaese? Perché se è questo l'intento allora ci informino. È stato vanificato lo spettaccolo di un duello intensissimo, perché Vettel e Hamilton hanno guidato da fuoriclasse assoluti ed è un peccato che una decisione presa, come si dice nel calcio, con il Var ci abbia tolto un epilogo mozzafiato. Non sapremo mai chi l'avrebbe spuntata, ma di sicuro a Vettel e alla Ferrari è stato fatto un torto inaccettabile.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.