F1, GP Francia, Jean Todt: "Caso gestito nella maniera corretta. Ora pensiamo al futuro"

Formula 1

Il presidente della FIA ha esposto il suo parere sull'epilogo del caso Vettel, che ha archiviato definitivamente l'episodio del Gran Premio del Canada e respinto la revisione richiesta della Ferrari: "Tutto è stato gestito nella maniera più corretta, ora capitolo chiuso" e sul futuro: "Ci sarà sempre un'interpretazione delle regole che sarà giudicata diversamente".

GP FRANCIA: 1° HAMILTON, 3° LECLERC, 5° VETTEL

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

I commissari del GP Canada hanno respinto la revisione richiesta della Ferrari sul caso Vettel-Hamilton e hanno valutato come non significative le nuove prove presentate dalla scuderia di Maranello nel venerdì a Le Castellet. Il caso è stato definitivamente archiaviato e l'ordine di arrivo in Canada rimasto invariato. Intervistato dai microfoni di Sky Sport F1, il presidente della FIA Jean Todt ha esposto il suo parere sull'epilogo sfaverevole per la Ferrari: "Non è il ruolo del presidente della Federazione partecipare a queste decisioni, ci sono degli steward che svolgono un lavoro eccellente e hanno queste responsabilità. Ritengo sia giusto astenermi dal dare la mia opinione da tifoso. Ora il capitolo è da considerarsi chiuso e dobbiamo concentraci sul futuro, sul GP di Francia e imparare da quello che è successo". E sulla gestione della vicenda: "E' stato fatto tutto nella maniera più corretta, al 100%".

Todt: "La situazione perfetta non esiste, in nessuno sport"

La sensazione è che i piloti della Formula 1 si siano schierati dalla parte di Sebastian Vettel, quasi come se si sentissero "ingabbiati" da queste regole: "Da parte mia ho sentito tante opinioni diverse, chi appoggiava la versione della Ferrari e chi pensava fosse giusto fare quello che abbiamo fatto noi - ha proseguito il presidente - ognuno ha esposto le sue dichiarazioni ma sono i commissari a prendere le decisioni". Parlando del futuro della F1 e della possibilità che possa esserci un'apertura nei confronti dei piloti per discutere circa una nuova visione e nuove regole Todt è chiaro: "Purtroppo la situazione perfetta non esiste, in nessuno sport. Ci sarà sempre un'interpretazione delle regole che sarà giudicata diversamente".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche