Formula 1 GP di Gran Bretagna: tutte le statistiche di Silverstone

Formula 1

Michele Merlino

Il GP di Gran Bretagna è il primo ad ospitare una gara valevole per il campionato del mondo per la 70esima volta, e accade là dove tutto cominciò, il 13 maggio 1950. Appuntamento con il GP domenica alle 15.10 in diretta su Sky Sport F1

GP SILVERSTONE, LA GARA LIVE

A Silverstone spetta l'onore di essere il primo circuito che ospita la 70^ edizione di un GP valevole per il mondiale. L'avventura del campionato di F1 iniziò qui nel 1950, quindi il "British GP" divenne itinerante, passando per Brands Hatch ed Aintree, fino a ritornare qui in pianta stabile nel 1987. Da allora si sono tenuti qui 32 GP di Gran Bretagna consecutivi, ed il totale per Silverstone è salito a 52. L'alternanza accennata qui sopra fa sì che Silverstone sia solo al terzo posto per GP ospitati, dietro a Monza (68) e Montecarlo (66). A settembre, Monza festeggerà il 70° Gran Premio d'Italia, pareggiando il conto con il "British GP": sono gli unici due Gran Premi sempre presenti nel calendario della Formula 1.

Hamilton per ritoccare i suoi record

Dopo un GP sottotono in Austria (l'unico fuori dal podio quest'anno), Lewis Hamilton si presenta ai nastri di partenza della gara di casa da recordman e con i favori del pronostico. Lewis ha ottenuto 5 vittorie a Silverstone, record del tracciato assieme ad Alain Prost; 6 pole (record), le cui ultime 4 consecutive (sequenza record); 8 podi (record). Da detentore di questi primati, Hamilton può solo migliorarli alzando ulteriormente l'asticella: tra i piloti attuali, gli unici ad aver vinto qui oltre a lui sono Vettel (2009, 2018) e Raikkonen (2007); un bilancio impari. Il solo Raikkonen riesce a tenere testa al pilota Mercedes: sono 7 i podi di Kimi qui, solo uno in meno rispetto a Lewis.

A casa loro

La frase pronunciata via radio l'anno scorso da Vettel ("che bello vincere a casa loro") definisce il bottino di successi Ferrari nella terra dei suoi più agguerriti rivali, i costruttori inglesi. La Ferrari domina il campo: 14 vittorie a Silverstone contro le 12 di McLaren e le 8 di Williams e ben 17 vittorie nel GP di Gran Bretagna (14 McLaren, 10 Williams) ed è forte del successo dell'anno scorso, ottenuto brillantemente da un Vettel in giornata di grazia. La Mercedes, ovviamente, non parte battuta: sono i più veloci qui, lo stanno a testimoniare le 6 pole di fila ottenute dal 2013 in poi; l'anno scorso la gara si mise subito male con il testacoda di Hamilton, quindi Bottas sbagliò strategia, finendo per essere vulnerabile nel finale. Lo stato di forma delle frecce d’argento fu messo in evidenza da Hamilton: 17° dopo il testacoda, rimontò fino alla seconda posizione finale.

Williams 40

La Williams non sta vivendo un periodo eccezionale e per loro sarà un weekend particolare ritornare nel circuito in cui 40 anni fa ottennero il primo dei loro 114 successi in Formula 1. Era il 14 luglio 1979 e Clay Regazzoni portò al successo la FW07, che il giorno prima aveva ottenuto la prima pole con Alan Jones. Fu un weekend che rivelò al mondo la forza del team di Frank Williams, che 12 mesi dopo vincerà il titolo piloti con Jones ed il Mondiale costruttori con quasi il doppio dei punti rispetto al primo inseguitore, la Ligier: 120 a 66.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche