Formula 1, qualifiche GP Germania: confronto dati tra Mercedes, Red Bull e Alfa Romeo

Formula 1

Federico Albano

I problemi della Ferrari hanno spianato la strada all'ennesima pole della Mercedes e di Hamilton. Ma c'è un motore Rosso che ha dimostrato grande velocità nel sabato dell'Hockenheimring: è quello dell'Alfa di Kimi Raikkonen. Qui il confronto tra i team che hanno centrato le prime posizioni in qualifica. Il GP è in diretta esclusiva domenica 28 luglio alle 15.10 su Sky Sport F1 e Sky Sport Uno

LA DIRETTA DEL GP DI GERMANIA

Grande delusione per la Ferrari nella qualifica in Germania, con la Scuderia di Maranello che ha visto, a causa di un doppio problema di affidabilità, la possibilità di conquistare la prima fila del Gran Premio. Ma c’è un altro motore Ferrari che nella giornata di oggi ha impressionato: Kimi Raikkonen infatti, con l’Alfa Sauber ha ottenuto uno strepitoso quinto tempo, “la pole degli altri”. Fantastica prestazione del finlandese quindi ma il cuore pulsante della sua vettura è un propulsore Ferrari che sul circuito tedesco ha espresso numeri davvero notevoli. Vediamo quindi come sono andate le prime 3 scuderie della qualifica tedesca.

Hamilton e Verstappen molto simili

Confrontando le velocità nei vari punti del tracciato tra i primi due classificati nella giornata odierna scopriamo che per gran parte del giro le prestazioni della Red Bull di Max Verstappen e della Mercedes di Lewis Hamilton sono molto simili. Nella prima parte del tracciato in special modo, i due piloti si alternano dal punto di vista della prestazione velocistica. Hamilton riesce ad estrarre più potenziale dalla sua vettura in curva 6 (il tornantino), e soprattutto in curva 12 con una punta velocistica di 10 km/h superiore al suo giovane rivale olandese. Curva 12 si è dimostrata in questi giorni determinante rispetto al tempo finale sul giro essendo una curva dove contano coraggio e doti della macchina. È proprio questa la curva in  cui Hamilton riesce a fare maggiormente la differenza, guadagnando quel gap che gli consentirà di partire al palo domani.

Raikkonen soffre nel misto ma che velocità!

Come anticipato però dal punto di vista di efficienza e velocità di punta, in assenza del team del cavallino sono i suoi propulsori ad impressionare. Kimi Raikkonen infatti nel primo settore e nel secondo settore tiene il passo dei primi 2 classificati di oggi, grazie alle doti velocistiche della sua monoposto. Basti guardare che nei due punti più veloce del giro è il finlandese ad ottenere la velocità più alta con 318 km/h alla staccata di curva 2 e ben 334 km/h prima della staccata di curva 6. Questi numeri sono da sottolineare maggiormente se si considerano le difficoltà in curva della sua monoposto, che costringono Raikkonen a “partire” nei rettilinei sempre in svantaggio rispetto agli avversari. Il curvone parabolico è l’esempio principale con Raikkonen che lascia curva 2 ben 10 km/h più lento di Lewis Hamilton ma arriva alla staccata addirittura 9 km/h più veloce. Ancora alla staccata di curva 8 l’Alfa Sauber numero 7 è la più veloce del trio con 289 km/h. Nulla può poi “KR7” da lì in avanti, con l’inizio della parte guidata del tracciato, specialmente nella sopra citata curva 12 dove lascerà per strada molto tempo, ma una prestazione maiuscola la sua, all’interno, peraltro, di un centro gruppo combattutissimo e sempre divertente. Si prospetta una gara davvero interessante, con le Ferrari che vorranno rimontare, una RedBull che potrebbe mettere seriamente in difficoltà Mercedes e un Raikkonen che sembra non sentire minimamente l’età.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche