Mick Schumacher, arriva il primo successo in Formula 2 al GP di Ungheria

Formula 1

Lucio Rizzica

Mick Schumacher conquista la prima vittoria in carriera in Formula 2 nel Gran Premio d'Ungheria. Gara condotta dall'inizio alla fine per il giovane tedesco classe 1999, con lui sul podio anche Matsushita e Sette-Camara

SCHUMI JR: "IL CUORE MI BATTEVA FORTE"

SCHUMI JR SULLA F2004 DEL PAPA'

MICK SCHUMACHER: LA CARRIERA E IL PROFILO

Non può non suscitare qualche suggestione la partenza di Mick Schumacher dalla prima piazzola dell'Hungaroring, nella gara sprint del week-end magiaro. Occhi puntati anche sulla quarta fila, dove sono schierati fianco a fianco i leader del campionato De Vries e Latifi, con Ghiotto appena una piazzola più avanti. Al via scattano bene Mick Schumacher e Matsushita, subito in duello alle prime curve. Bravo il tedesco a portare il giapponese fuori traiettoria. Ghiotto ha un sussulto al via e scivola in nona posizione, scavalcato anche da De Vries e Latifi. Dopo un giro Schumacher mette al riparo la propria prima posizionem spingendo Matsushita fuori dalla zona DRS. Mick Schumacher dopo tre giri segna anche il giro veloce e incrementa il proprio vantaggio sugli inseguitori. Nella quarta tornata Matsushita gira molto più forte di Mick Schumacher  e gli ruba il giro veloce, ma in quello successivo il pilota della FDA si riporta a distanza di sicurezza. All'ottavo giro, dopo un contatto con Maini, si ritira Tatiana Calderon per la rottura di una sospensione.

A un terzo di gara Mick Schumacher è sempre primo, dietro di lui Sette Camara va ad attaccare Matsushita, che gira più lento del brasiliano. Al giro di boa della corsa i piloti rompono ogni indugio e decidono che è arrivato il momento di spremere le gomme fino in fondo. Al 17° giro Sette Camara attacca Matsushita per la seconda piazza e Ghiotto attacca Mazepin per l'ottava posizione: primo tentativo respinto, secondo tentativo portato a termine con decisione e il vicentino entra in zona punti. Mazepin in difficoltà perde tre posizioni in un giro. Dopo il tentativo d'attacco a Matsushita, Sette Camara va in difficoltà e il suo ritmo si alza. Ultime sei tornate, Matsushita mette pressione a Miick Schumacher, Ghiotto intanto aggancia De Vries e Latifi in lotta tra loro per la sesta posizione. Tra Mick Schumacher e Matsushita è battaglia serrata fino all'ultimo giro, ma il tedesco non molla e -anzi- dimostra di avere il passo giusto per andare fino in fondo senza stressare oltre misura le gomme . Vittoria voluta di Mick Schumacher, primo successo in F2 e flag to flag all'Hungaroring. Grandi abbracci, sorrisi di mamma Corinna sotto al podio e tanto entusiasmo.

"Sono felicissimo di aver mantenuto la calma sotto la pressione di Matsushita... sono davvero contento e devo ringraziare il team". Non ha molto da recriminare Matsushita, secondo sul traguardo e un po' al limite delle prestazioni... "sono arrivato al limite di vita delle gomme, ma Mick è stato molto bravo davanti". Terzo classificato Sette Camara; il brasiliano con questo risultato scavalca Ghiotto in classifica generale, ma non senza una punta di delusione... "speravo di vincere, sapevo di avere un'ottima macchina e qualche chance di vittoria, ma davanti hanno tenuto un eccellente ritmo, non hanno avuto lo stesso mio degrado delle gomme. forse potevamo noi fare qualcosa di più". In classifica generale De Vries respinge l'assalto dei suoi avversari più diretti e resta leader prima della sosta, con trenta punti di vantaggio su Latifi, oggi arrivato alle sue spalle.

I più letti