Formula 1, GP d'Italia: Leclerc sempre più nella storia dopo Monza

Formula 1

Michele Merlino

La seconda vittoria a soli sette giorni dalla prima: è uno dei tanti record che Charles Leclerc ha raggiunto con la sua vittoria a Monza, che ha i connotati di un’impresa storica

TRIONFO LECLERC A MONZA. GLI HIGHLIGHTS

CRISI VETTEL, IL COMMENTO DI TURRINI

L'ANALISI TECNICA DELLA GARA DI MONZA

LE EMOZIONI DEL PODIO - IL DUELLO VINTO CON HAMILTON

LECLERC COME SCHUMI '96

PAGELLE - CLASSIFICHE - FOTO DEL TRIONFO

Novantesima edizione del GP d’Italia, 90° anno della Scuderia Ferrari. Chi è il 90° pilota che sale sul podio nella storia di Monza? Charles Leclerc. Chi riporta la Ferrari alla vittoria sul tracciato di casa, 9 anni dopo l’ultimo successo (digiuno record per le Rosse)? Chi è il 9° pilota che ottiene la seconda vittoria subito dopo la prima? Sempre lui, Charles Leclerc. Insomma, a ben vedere, cabalisticamente, gli indizi c’erano tutti. Charles, ottenendo la seconda vittoria a 7 giorni dalla prima, eguaglia il primato stabilito da Lewis Hamilton in Canada e Usa 2007. Con le prime due vittorie "back-to-back" è in buona compagnia. Oltre a Hamilton, ci sono riusciti: Nigel Mansell, Damon Hill, Peter Collins, René Arnoux, Alberto Ascari, Bruce McLaren e Mika Hakkinen. Due di loro, Damon Hill e Mika Hakkinen, ne hanno inanellate tre di fila, la sequenza record per un neo-vincitore. Quindi, stiamo alla finestra. Le prestazioni di Leclerc ci riportano, statisticamente, al 1996 di Schumacher. Entrambi hanno ottenuto 4 pole nella loro prima stagione in Ferrari ed entrambi hanno vinto sia a Spa che a Monza: solo loro due ci sono riusciti in questi 23 anni con le vetture del Cavallino Rampante.

Crolla un altro feudo Mercedes

Impresa storica per Leclerc: è riuscito ad interrompere la sequenza record di vittorie di un solo team a Monza: i cinque successi di Mercedes nel periodo 2014-2018 erano ineguagliati nella storia del tracciato brianzolo. Leclerc ha contribuito così a scalfire ulteriormente i monopoli Mercedes: ora sono "solo" quattro i circuiti in cui le Frecce d’Argento hanno vinto tutte le gare con le motorizzazioni Ibride: Abu Dhabi, Paul Ricard (2), Sochi e Suzuka.

Giovinazzi, tricolore a Monza

Ottimo weekend per Antonio Giovinazzi, che si qualifica in decima posizione e termina nono, ottenendo il miglior risultato in gara in carriera. A Monza l’ultimo italiano nella top-10 in griglia era stato Vito Liuzzi, 7° nel 2009, mentre l’ultimo nostro connazionale a punti Jarno Trulli, 7° nel 2006. Un risultato importante anche per Alfa Romeo: tornano nella top-10 in griglia a Monza per la prima volta dal 1984 (Patrese 9°, Cheever 10°). In quella gara Riccardo Patrese terminò sul podio, in terza posizione: era quello l’ultimo arrivo a punti per l’Alfa sul circuito di casa.

Qualche record anche per Hamilton

Hamilton difficilmente esce a mani vuote da un GP, e anche a Monza ha raccattato un po' di primati.Ha ottenuto il suo ottavo podio sul tracciato italiano, eguagliando il record di Schumacher; ha registrato il suo 44° giro veloce in gara, un numero a lui particolarmente caro, ma ha anche accusato delle battute d’arresto. Per la prima volta dopo 12 GP consecutivi non è riuscito a restare al comando per nemmeno un giro ed ha perso la possibilità di entrare nella leggenda con una terza vittoria consecutiva a Monza. Finora solo Juan Manuel Fangio ci è riuscito, nel 1953, 1954 e 1955.

I più letti