Formula 2, GP Russia: de Vries sbanca Sochi e vince il titolo 2019. Latifi 2°, Deletraz 3°

Formula 1

Lucio Rizzica

de_vries_formula_2_art

Il driver olandese della ART Grand Prix vince la feature race a Sochi e diventa campione del mondo. Sul podio salgono anche Latifi e Deletraz. L'italiano Ghiotto chiude al quarto posto

F1, il GP di Russia in diretta domenica alle 13.10 su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

CHI E' NICK DE VRIES? IL PROFILO

F3, SHWARTZMAN CAMPIONE - IL PROFILO

LA DIRETTA DEL GP DI RUSSIA

Formula 2, De Vries campione del mondo 2019. ma cos'è successo in pista a Sochi? Al via l'olandese è ovviamente vicino al titolo, solo l'aritmetica tiene vive le speranze di Latifi e Ghiotto. L'olandese parte dalla pole con accanto il suo primo avversario e dietro l'italiano. Al via De Vries scatta benissimo, il canadese lo segue, Ilott prende la terza piazza davanti a Ghiotto. Un paio di giri e Markelov si gira (il russo era al rientro, con la seconda macchina del team Arden, quella che fu del povero Hubert). Entra la Virtual Safety Car. Al quarto giro, dopo la ripartenza lanciata, Ghiotto attacca e supera Ilott e sale prima in terza posizione, quindi attacca e sorpassa anche Latifi. De Vries alla quinta tornata ha un vantaggio di 1"5 su Ghiotto. Il vicentino guadagna la prima posizione alla fine del quinto giro. De Vries, saggiamente, evita di ingaggiare un duello e si limita a restargli alle spalle, davanti a Latifi e controllando gara e campionato. Al sesto giro De Vries e Latifi entrano in corsia box per montare le gomme più dure ed esaurire il pit obbligatorio. De Vries esce ancora davanti a Latifi nonostante qualche incertezza dei meccanici. Ghiotto è primo con 4"6 di vantaggio su Mick Schumacher.

Il tedesco ingaggia un bel duello con Mazepin, i due si scambiano un paio di volte la posizione, poi il russo torna davanti alla nona tornata. Al passaggio del decimo giro De Vries è nono, ma virtualmente primo in ragione del pit obbligatorio che tutti e otto i piloti che lo precedono devono ancora effettuare. E' Deletraz a realizzare il giro veloce. A metà corsa Ghiotto ha un vantaggio di 4" su Mazepin, dietro se le danno di santa ragione mentre De Vries, sornione, risale il gruppo di piloti che lo precedono. Il vicentino ha un vantaggio su De Vries di quasi mezzo minuto e ancora spinge. Alla 18a tornata il motore di Mick Schumacher sputa fumo ma il tedesco continua per altri due giri prima di rientrare in pit lane e ritirarsi. Alle spalle di Ghiotto è il giapponese Matsushita a conquistare la seconda piazza ai danni di Mazepin.

Al giro 24 Ghiotto rientra al pit con un vantaggio di 24"8 su De Vries, al rientro è quarto dietro Deletraz, mentre De Vries è il nuovo leader della corsa. Al 26° giro Ghiotto torna terzo e punta Latifi. A sorpresa nell'ultimo giro Deletraz però rinviene e sorpassa l'italiano, spingendolo giù dal podio. De Vries arriva sul traguardo davanti a Latifi e Deletraz, ma il suo vantaggio in classifica è incolmabile per Latifi e sotto la bandiera a scacchi -con una manche e un evento di vantaggio- diventa il campione 2019 della categoria: "Non ho più parole, volevo arrivare a diventare campione. Oggi è andato tutto bene, anche grazie a un eccellente team. Adesso guardiamo avanti". De Vries sa già che il prossimo anno farà parte della squadra Mercedes in Formula E assieme a Stoffel Vandoorne. Il primo ad abbracciarlo sotto al podio, complimentandosi con lui, il canadese De Vries, secondo in classifica generale. Felicissimo Deletraz, terzo dopo un ultimo giro straordinario del quale ha fatto le spese purtroppo il nostro Luca Ghiotto. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche