Formula 1, GP Giappone. Binotto: "Rammarico, raccolto meno di quanto seminato"

Formula 1

Il team principal della Ferrari non nasconde l'amarezza per l'andamento del GP Giappone, nonostante il secondo posto di Vettel: "E' vero che il ritmo di gara e il degrado delle gomme non era all'altezza della Mercedes, ma rimanendo davanti sarebbe stato diverso"

VIDEO. GLI HIGHLIGHTS DEL GP GIAPPONE

HAMILTON CAMPIONE SE... - LE CLASSIFICHE

LA RABBIA DI KUBICA CONTRO LA WILLIAMS

"C'è rammarico per non aver raccolto quanto abbiamo seminato, ma la partenza ha compromesso il resto della gara. E' vero che il ritmo di gara e il degrado delle gomme non era all'altezza della Mercedes, ma rimanendo davanti sarebbe stato diverso". Così il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, dopo il GP del Giappone.

"Vettel ha anticipato la partenza, per fortuna non è stato penalizzato, mentre quel che è successo a Leclerc è una conseguenza di quanto avvenuto a Sebastian. Lo ha visto muoversi e si è distratto, poi ha avuto quel contatto dovuto alla bagarre della prima curva", ha aggiunto Binotto, riservandosi comunque di chiarire la questione con il monegasco, che è ancora sotto investigazione per il contatto con Max Verstappen.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche