Formula 1, GP Messico. Binotto: "Pole stregata?, No, ma ci aspettavamo di più in gara"

Formula 1

Il team principal della Ferrari analizza la gara di Città del Messico: "Siamo dispiaciuti perché ci si attendeva di più partendo dalla prima fila. Il ritmo era buono, ma bravi gli altri. Non credo che le Mercedes avessero qualcosa in più sul passo gara. La sorpresa di oggi è stata il comportamento della gomme, diverso dalle aspettative" 

GP USA, LA CRONACA DELLA GARA

"Pole stregata? No, siamo sicuramente dispiaciuti perché da una prima fila ci si aspetta sempre qualcosa di diverso". Mattia Binotto, team principal della Ferrari, ha commentato così la gara di Città del Messico, chiusa con il secondo posto di Vettel e il quarto di Leclerc. Sulla gara del monegasco ha gravato anche una strategia non impeccabile. "Il nostro ritmo era buono, non eravamo in inferiorità. Sapevamo che sarebbe stata dura e tirata. Chi era dietro ha fatto una scommessa che era di fermarsi presto e andare ad una sosta. Ma è una scommessa che si fa quando sei dietro e non potevamo farla noi che eravamo davanti. Merito loro, noi siamo dispiaciuti per non aver portato il risultato a casa". 

La "sorpresa" delle gomme

"Le Mercedes non avevano qualcosa in più sul passo gara - ha aggiunto Binotto - Quello che cercavamo noi era di allungare il più possibile per avere vantaggio di ritmo verso fine gara, nel caso in cui le gomme avessero degradato. Cosa che invece non è capitata. Questa è stata la sorpresa, almeno per noi, e analizzeremo. Il comportamento delle gomme è stato diverso dalle aspettative".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche