Formula 1, la Ferrari torna in pista: test in vista a Fiorano per Vettel e Leclerc

Formula 1

Nella settimana compresa tra l'8 e il 14 giugno, la Ferrari dovrebbe tornare in pista a Fiorano per una giornata di lavoro. Questi particolari test, utili per allenarsi in vista del Mondiale che scatta il 5 luglio, non hanno limiti di chilometraggio, ma devono svolgersi con una monoposto risalente ad almeno due stagioni fa. Sarà anche l’occasione per sperimentare le nuove procedure anti-coronavirus introdotte dalla FIA

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Per la prima volta dopo il lockdown, i piloti della Ferrari torneranno a guidare una monoposto a Fiorano, presumibilmente nella settimana che inizia lunedì 8 giugno. Come spiega Roberto Chinchero, Sebastian Vettel e Charles Leclerc avranno a disposizione da regolamento una macchina che deve necessariamente risalire ad almeno due stagioni fa. Nello specifico, avranno tra le mani una SF71H per una giornata di lavoro. Dopo tante gare virtuali (soprattutto per Leclerc, appassionato di esports), adesso è tempo di tornare in pista su un circuito speciale come Fiorano, anche per testare la preparazione fisica e riprovare le vecchie sensazioni con un volante reale tra le mani. Non solo. Sarà anche l’occasione per tutto il team di sperimentare le nuove procedure anti-Covid introdotte dalla FIA per il comportamento nei box ed in pit-lane, in vista del Mondiale che scatterà il 5 luglio. Per queste sessioni in pista in cui vengono utilizzate monoposto di due stagioni precedenti, non ci sono limiti di chilometraggio. Per quanto riguarda le gomme, saranno usate delle Pirelli ‘demo’, meno performanti rispetto a quelle classiche dei weekend di gara. Vettel ritornerà così probabilmente per l’ultima volta a Fiorano, circuito dove nel novembre 2014 fece i primi giri da pilota Ferrari alla guida di F2012.

FORMULA 1: SCELTI PER TE