Formula 1, Leclerc: "Sono sorpreso. Bravi e fortunati, oggi la Ferrari è stata perfetta"

Formula 1

Charles Leclerc è soddisfatto del 2° posto in Austria con la sua Ferrari, arrivato dopo una strepitosa rimonta: "Sono sorpreso, oggi siamo stati perfetti e anche un po' fortunati. Mi sono divertito. Siamo ancora troppo lontani da dove volevamo essere, dobbiamo lavorare"

Da settimo a secondo, dopo una serie di impressionanti sorpassi negli ultimi 10 giri. La gara di Charles Leclerc in Austria è stata a due facce: dopo un inizio in sordina, relegato a centro gruppo, il monegasco della Ferrari ha estratto dal cilindro tutto il suo sconfinato talento, riuscendo così a chiudere sul traguardo al terzo posto. La penalità di Hamilton (5'' dopo un contatto con Albon) ha regalato a Leclerc un secondo posto per certi versi inaspettato a Maranello, alle prese con una SF1000 che solo dall'Ungheria avrà gli aggiornamenti tecnici necessari per poter battagliare con i migliori. 

Leclerc: "Sorpreso, ma siamo stati perfetti"

leggi anche

Austria, vince Bottas: Leclerc show, è 2°

Charles Leclerc ha commentato così a caldo il suo primo podio stagionale: "Non me l'aspettavo - ha detto -. E' davvero una grande sorpresa, ma molto buona. Penso che oggi abbiamo fatto tutto in modo perfetto e siamo riusciti a chiudere al secondo posto. Abbiamo avuto anche fortuna, con il problema di Lewis e un po' di incidenti. La gara è stata molto movimentata ma l’obiettivo era questo: cogliere ogni opportunità che si presentava, anche se non avevamo il passo per conquistare questa posizione credo. Sono estremamente soddisfatto di questo secondo posto". L'ambizione della Ferrari però è un'altra: "Abbiamo ancora tanto lavoro da fare - ha detto Leclerc -. Siamo troppo lontani. Non siamo dove volevamo essere ma tutto è possibile. Dobbiamo essere forti a livello mentale, lavorare insieme e penso che torneremo dove vogliamo ma ci vorrà del tempo". Il finale di gara di Leclerc è stato straordinario, un vero show: "Volevo essere aggressivo - ha spiegato il monegasco -. Faticavo dalla curva 1 fino alla curva 3, ma sapevo che se ci fosse stato un errore da parte di qualcuno la possibilità si poteva creare. Lando ha rallentato lottando con Sergio e ho sfruttato quel momento, come anche un’altra occasione con Sergio. E’ stata dura ma mi sono divertito". 

FORMULA 1: SCELTI PER TE