Formula 1, GP d'Austria (Stiria): la Renault presenta una protesta contro le Racing Point

Formula 1

La Renault ha presentato una protesta ufficiale al termine del GP di Stiria contro le due Racing Point di Perez e Stroll per aver violato il regolamento che impone ai team di utilizzare solo componenti progettati internamente. Il reclamo è stato considerato ammissibile. L'ex Force India, da più parti indicata di aver copiato la Mercedes 2019, ha risposto: "Reclamo basato su informazioni sbagliate, siamo fiduciosi che verrà respinto"

GP STIRIA, LA CRONACA - INCIDENTE LECLERC-VETTEL: RICOSTRUZIONE

Prosegue la controversia relativa alla Racing Point RP20, da molti nel paddock accusata di aver copiato la Mercedes 2019. La Renault ha ufficialmente presentato protesta alla Federazione al termine del GP di Stiria contro le due ex Force India di Sergio Perez e Lance Stroll. 

Cosa viene contestato?

Secondo la casa francese, la Racing Point violerebbe la regola secondo la quale bisogna usare solo componenti progettati internamente. La violazione citata è quella degli Art. 2.1, 3.2, Appendice 6 Paragrafo 1, 2(a) e 2(c) del FIA Formula One Sporting Regulations 2020. Sul Red Bull Ring, la Racing Point ha piazzato Perez al 6° posto e Stroll al 7°, mentre la Renault ha chiuso ottava con Ricciardo (Ocon ritirato). 

stroll

Protesta ammissibile

leggi anche

Racing Point come la Mercedes? I pareri. VIDEO

"La protesta contro il team BWT Racing Point F1 è ammissibile e sarà decisa in una data da stabilire, a seguito della presentazione di un rapporto dell'ufficio tecnico della FIA", recita un'ulteriore nota (documento Stewards n. 53).

Racing Point: "Reclamo basato su informazioni sbagliate"

La scuderia Racing Point si dice "fiduciosa" di fronte al reclamo presentato da Renault. Secondo quanto diramato da un comunicato pubblicato sul sito della Formula 1, la scuderia "è estremamente delusa di vedere i suoi risultati nel GP di Stiria (disputato ieri, ndr) messi in discussione da ciò che considera un reclamo mal concepito" e basato "su informazioni sbagliate". Quindi "respinge fermamente qualsiasi suggestione di illeciti". Il team spiega di aver "collaborato prima dell'inizio della stagione con la FIA" e di aver "risposto in modo soddisfacente a tutte le domande relative alle origini dei piani" per la sua auto. Per questo "confida che il reclamo verrà respinto una volta che avrà presentato la sua risposta". 

FORMULA 1: SCELTI PER TE