Binotto sul caso Racing Point-Mercedes: "A scuola c'è chi passa e chi copia i compiti"

Formula 1

Usa una metafora molto chiara il team principal della Ferrari per spiegare il suo punto di vista sul caso Racing Point, scuderia accusata di essere molto simile alla Mercedes 2019. Binotto di fatto accusa il team campione del mondo: "C'è chi copia e chi passa i compiti". Sui prossimi passi: "Riteniamo che la penalità non sia adeguata e abbiamo quattro giorni per confermare la nostra intenzione di presentare appello"

HIGHLIGHTS DELLA GARA - LE REPLICHE DEL GRAN PREMIO - CLASSIFICHE

“Come Scuderia abbiamo già parlato venerdì e detto quello che pensiamo, ci sono state le proteste e un verdetto. E il primo verdetto è che quanto fatto è illegale. Questo è un punto di partenza, si può essere furiosi o meno, ma c’è una irregolarità e una violazione del regolamento. La violazione è come copiare un compito, c’è chi lo copia e chi lo passa". Usa una metafora molto chiara Mattia Binotto, team principal della Ferrari, per dire la sua sul caso Racing Point, monoposto sospettata di essere una copia della Merceded 2019 e già punita da un verdetto della FIA sulle prese d'aria dei freni (15 punti di penalità, multa e reprimenda). Un verdetto da molti ritenuto troppo "soft". Con "il compito c'è chi lo passa", Binotto fa un riferimento altrettanto chiaro alle presunte responsabilità della Mercedes in questa vicenda. Ipotesi che nelle ultime ore è stata avanzata anche da un media autorevole come Autosport.

Sullo sfogo di Lawrance Stroll

vedi anche

L. Stroll: "Siamo furiosi". Guerra totale in F1

"Per noi i fatti sono evidenti e non credo ci sia nulla da aggiungere, non si tratta di essere arrabbiati o furiosi - ha proseguito riferendosi allo sfogo del proprietario della Racing - siamo rivali tra di noi, ognuno guarda al suo interesse, da parte nostra guardiamo a quello che è l’esito del giudizio dei commissari. Riteniamo che la penalità non sia adeguata, abbiamo quattro giorni per confermare la nostra intenzione di presentare appello".

Sulla gara di Leclerc a Silverstone

leggi anche

Leclerc: "4° come una vittoria? Brutto sentirlo"

"La Mercedes è più veloce, stavolta anche Verstappen lo era". Mattia Binotto concorda con Charles Lclerc che prima della gara avrebbe firmato per il quarto posto. "E' stata una bella gara per la rimonta di Charles, ha ritrovato ritmo - ha aggiunto il team principal della Ferrari - Siamo partiti in una posizione che non ci ha favorito per la gara".

Il GP di Vettel: "Non lo abbiamo penalizzato"

Quanto alla prestazione di Sebastian Vettel, "non credo abbia perso fiducia, è in un momento difficile per lui. Ha fatto una gara in salita perché si è girato in partenza. Non credo che la nostra strategia lo abbia penalizzato, sarebbe arrivato comunque dodicesimo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche