Formula 1, tra Vettel e FIA: la caldissima estate della Ferrari

Formula 1
Mara Sangiorgio

Mara Sangiorgio

Una questione interna e un'altra che riguarda la battaglia che si è scatenata in Formula 1: la Ferrari tra il momento di Vettel e il caso Racing Point con la decisione di fare appello dopo il primo verdetto della FIA. Più che calda, forse è un'estate come mai incandescente per la Scuderia di Maranello. Domenica il GP della Spagna live su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

GP SPAGNA, LA DIRETTA DELLE PROVE LIBERE

Saranno settimane d’agosto caldissime per Mattia Binotto. Da gestire ci sono più partite aperte, cominciando da Sebastian Vettel e i problemi avuti dal tedesco le scorse gare. Dopo l’ennesimo testacoda e lo scarso feeling con la sua Rossa dimostrato a Silverstone, la squadra ha deciso di sostituire il telaio al tedesco dopo che nel vecchio è stata trovata una piccola anomalia per il passaggio violento su un cordolo.

approfondimento

Ferrari, nuovo telaio per Vettel al Montmeló

Il cambio non influirà certo sulle prestazioni generali della monoposto, ma provare a recuperare la fiducia di Vettel nella macchina e i suoi risultati è fondamentale anche per la squadra. La SF1000 in Spagna non avrà invece aggiornamenti, come ha confermato il responsabile Ingegneria Telaio, Simone Resta.

approfondimento

Wolff: "Patto della Concordia, così non firmiamo"

Sviluppi rimandati, come è stata rimandata la firma del Patto della Concordia, cioè l’accordo commerciale che regola la partecipazione e il trattamento economico delle squadre al Mondiale di Formula 1. Questa partita Binotto l’ha già vinta, avendo il team italiano mantenuto uno status privilegiato per la sua storia, che significa prendere più soldi e contare più degli altri. 

La Ferrari è pronta quindi a firmare anche se la data è slittata al 18 agosto come prima possibilità, entro il 31 invece il termine ultimo. Mentre la Mercedes con Toto Wolff guida il fronte degli scontenti. E’ un braccio di ferro a distanza quello che c’è tra Wolff e Binotto da un po’, lo stesso che in parte spinge anche la decisione della Ferrari – insieme a Renault – di appellarsi alla sentenza FIA-Racing Point. Fare chiarezza sulle auto cloni è l’obiettivo, capendo anche le responsabilità dei team coinvolti. E se non è bollente un agosto così? 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche