F1, GP Mugello. Vettel: "Sono stato vicino al ritiro, poi è arrivata l'Aston Martin"

Formula 1

Il pilota tedesco, che da poco ha annunciato il suo futuro in Aston Martin, nel giovedì del Mugello: "La scelta sul futuro non è stata così semplice. Sì, ho pensato al ritiro ma poi ho preso la decisione migliore per me". Il weekend della Formula 1 al Mugello è in diretta su Sky Sport F1 (canale 207) e Sky Sport Uno (canale 201)

MUGELLO, LA DIRETTA DELLE PROVE LIBERE

“Non è stato così semplice, ultimi mesi e settimane intense. Situazione diversa dal solito, dal primo girono volevo restare in F1 ma solo con qualcosa e con chi mi attraeva davvero. E col tempo le cose sono diventate più chiare. La Racing Point ha fatto molti passi in avanti e il nuovo regolamento dovrebbe dare un aiuto per dimostrare il valore. E voglio aiutarli in questo e ciò mi entsiasmo. E’ una cosa che arriva al mmento giusto”. Così Sebastian Vettel, nella conferenza piloti del Mugello, commentato il suo passaggio alla Racing Point che dal 2021 sarà Aston Martin.

Un ambiente rinnovato è una nuova scintilla per te?

vedi anche

Vettel ha deciso: pilota Aston Martin nel 2021

"Io sono ancora alla Ferrari con un weekend importante davanti. E voglio svolgere il lavoro migliore possibile per il team. Sono però interessato a questa nuova scintilla. Il tempo lo dirà come andrà. Troverò persone che conosco e penso che il team sia indirizzato su una strada positiva e inoltre, con quella tracciata dalla F1 per i prossimi anni, è tutto incoraggiante. Far parte della storia delle Aston Martin fa piacere".

Quanto è lungo il contatto con Aston Martin?

vedi anche

Vettel, tutte le magie del campione. VIDEO

“Non voglio parlare del contratto. Mercedes? Il vantaggio che hanno ci sarà anche negli gli anni a venire, ma è una sfida entusiasmante per me. Viglio gareggiare per le prime posizioni in griglia e non in fondo alla griglia. E questo team vuole crescere. Altre scuderie dovranno ridimensionarsi (budget cap, ndr) e tanti altri aspetti mi danno fiducia. Buon passo per me e non vedo l’ora”.

Sulla trattativa con Aston Martin

vedi anche

Vettel-story, dal sogno Ferrari all’Aston Martin

“C’è un grande potenziale di crescita e da parte mia sono stati valutati due aspetti: il fare i giusti conti per gli obiettivi da raggiungere, e qui ho ottenuto risposte soddisfacenti. Poi il rispondere alla domanda su cosa volevo da me steso. Una volta chiariti questi punti è stato semplice decidere cosa fare”.

Prima di Monza mai un guasto ai freni per la Ferrari. Cos’è successo?

“L’indagine è ancora in corso. C’è stato un surriscaldamento nella parte posteriore e a un certo punto sono esplosi. Stavamo monitorando e cercando una soluzione, ma poi è andata così. Dobbiamo capire, ma siamo fiduciosi sul fatto che non dovrebbe ripetersi”.

Sul caso Racing Point e l’idea del ritiro

“Si è parlato parecchio del caso Racing Point-FIA, ma io sono convinto delle persone che fanno parte del team. E gli anni passati hanno ottenuto risultati notevoli con un budget limitato. Ma c’è potenziale di crescita e voglio aiutarli. Sì, sono stato vicino al ritiro. Poi però ho capito cosa era meglio per me e l’ho fatto”.

Come Aston Martin pensate di essere davanti alla Ferrari nel 2021?

“Aspetto il cambiamento (regole, ndr) per vedere dove saremo, ma non penso agli altri. Il team ha potenziale, persone intelligenti e capaci e non vedo l’ora di poter aiutare".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche