Formula 1, GP Montecarlo: Leclerc non parte, ko il semiasse della Ferrari

Formula 1
Foto Sky

Charles Leclerc non ha preso parte al GP di Monaco: dopo la pole conquistata sabato, sono stati riscontrati dei problemi al semiasse della Ferrari numero 16, proprio nel giro di ricognizione. Impossibile riparare il danno entro il via della gara: "Una sola parola, tristezza", il suo commento a caldo. 

GP MONACO, GLI HIGHLIGHTS

Niente GP di Monaco per Charles Leclerc. Il pilota della Ferrari, che avrebbe dovuto partire dalla pole, è stato costretto a ritirarsi ancora prima del semaforo verde. La Rossa numero 16 ha infatti accusato un problema al semiasse sinistro, evidenziato nel giro di ricognizione, rendendo impossibile la riparazione prima del via. Leclerc aveva conquistato sabato la pole, ma nel finale delle qualifiche aveva mandato contro le barriere la Ferrari. Dopo accurati controlli, la Scuderia aveva garantito che non erano presenti problemi al cambio: purtroppo però, una volta in strada, la monoposto di Leclerc ha evidenziato un guaio al semiasse sinistro. Per il monegasco l'ennesima beffa nel GP di casa. 

Leclerc: "Una sola parola, tristezza"

VIDEO

Le parole di Leclerc a Sky Sport

Amarezza sul volto e nelle prime parole a caldo del ferrarista, ma anche volgia di voltare pagina: "Sento tanta tristezza, per me e per tutti i meccanici che hanno lavorato tanto e ce l’hanno messa davvero tutta - ha detto a Sky, ai microfoni di Mara Sangiorgio - . Non è colpa del cambio, ma altri problemi che vengono dalla parte sinistra della macchina. Chiaramente legati all’incidente di sabato. E’ vero che ho fatto un errore, ma gli errori capitano. Soprattutto qui a Monaco. Ho spinto al limite ed è quello che mi aveva regalato la pole. Avrò bisogno di qualche giorno per far passare la delusione, ma non è una cosa alla quale penserò a lungo".

Maledizione Monaco: per Charles solo ritiri in carriera!

Sono molti i piloti che considerano Montecarlo come casa, avendo nel Principato la residenza. In pochi però sono 'monegaschi doc': Charles Leclerc è uno di quelli. Il suo rapporto con la gara di casa non è certo idilliaco. Nel 2017, quando si presenta da baby fenomeno di Formula 2, piazza il miglior tempo nelle libere e la pole position in qualifica, ma in gara la sospensione della sua Dallara lo tradisce quando è in testa. Stessa sorte nella Sprint Race, dove dopo 10 giri si ritira per un guasto elettrico. Nel 2018, da debuttante con l'Alfa Romeo-Sauber, chiude 14° in qualifica ed è 12° quando la sua C37 rimane senza freni. L'anno dopo, a causa di un errore di strategia, si ritrova escluso nel Q1 con il 16° tempo in qualifica: in gara tenta la clamorosa rimonta, ma si ritira dopo aver danneggiato irrimediabilmente il fondo della vettura. Quest'anno la pole 'maledetta' con l'incidente alle Piscine nel finale, l'illusione di partire davanti e la beffa a mezz'ora dal semaforo verde, con il ritiro ancora prima del via del GP di Monaco. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche