F1, Leclerc dopo il GP Austria: "Perez è stato troppo aggressivo"

FERRARI

Charles Leclerc dopo l'ottavo posto in Austria, condizionato dalla lotta senza esclusioni di colpi con Perez, poi penalizzato: "E' stato troppo aggressivo, mi piace lottare al limite ma così è troppo. Ai tifosi dico che stiamo lavorando per tornare a battagliare per la vittoria il prima possibile"

GLI HIGHLIGHTS DEL GP D'AUSTRIA

Charles Leclerc è stato protagonista di un'altra gara ricca di corpo a corpo e di grandi battaglia in pista. Il monegasco ha lottato a lungo con Checo Perez: il messicano della Red Bull ha subito due penalità da 5'' per aver ostacolato il ferrarista, in un duello che non è finito alla bandiera a scacchi. Leclerc ha poi chiuso in ottava posizione il GP d'Austria

"Mi piace lottare al limite, ma così è troppo"

il compagno

Sainz: "Nulla da invidiare alla McLaren"

"Penso che Perez sia stato troppo aggressivo, infatti è stato penalizzato – ha detto Leclerc a Sky Sport – mi piace lottare al limite, ma così è troppo, penso si sia sentito via radio con l’adrenalina del momento, forse ho esagerato, ma di sicuro lui ha esagerato in pista e la gara si è messa in salita per me, perché avendo la strategia identica alla vetture attorno a me ero obbligato a sorpassare in pista". 

"Niente panico, vogliamo tornare al più presto alla vittoria"

"Cosa dire ai tifosi? Mi spiace, ma è la stessa risposta da un anno e mezzo. Stiamo lavorando per ridurre il distacco. Non guardiamo al terzo posto tra i costruttori quest’anno. Vogliamo battagliare per la vittoria al più presto possibile. Spingiamo al 200%. Speravo anche io di fare meglio dell’ottavo posto. Dobbiamo lavorare bene senza farci prendere dal panico, perché sarebbe controproducente”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche