Caricamento in corso...
30 luglio 2017

Ungheria, Alonso torna a ruggire: relax, sorrisi e giro veloce

print-icon
alo

Fernando Alonso si gode il sole di Budapest (Foto Sutton)

Lo spagnolo, che sabato ha compiuto 36 anni, è stato protagonista della sua miglior gara del 2017: sesto posto finale, giro veloce e duello vinto con Carlos Sainz. In attesa di conoscere il suo futuro, Fernandopuò godersi le meritate vacanze

CLICCA QUI PER RIVIVERE LA GARA - TEMPI - CLASSIFICHE

Settembre è ormai dietro l'angolo. E' quella la deadline che Fernando Alonso si è dato per svelare il proprio futuro. "Sognare il settimo posto non è l'ideale, qualcosa dietro le quinte si sta muovendo, il prossimo anno vorrei lottare per la pole", ha detto il due volte iridato nel week-end ungherese. Proprio a Budapest, Nando è stato protagonista della sua miglior gara stagionale: sesto posto, giro veloce (il primo del 2017, il 23^ della carriera che gli consente di entrare nella Top 10 all-time al pari di Piquet e Fangio) e il duello vinto di forza sul connazionale Carlos Sainz, da molti considerato il suo erede. 

Che duello con Sainz

Fernando è sembrato estremamente rilassato durante tutto il fine settimana, che è coinciso anche con il suo 36^ compleanno, festeggiato sabato dalla McLaren con tanto di hostess vestite in tipico abito iberico. Scattato dalla settima piazzola in griglia (miglior posizione eguagliata dopo il GP di Spagna), Alonso si è fatto beffare in partenza da Sainz. L'ex ferrarista ha atteso il quinto giro, subito dopo il rientro della safety-car, per attaccare il connazionale della Toro Rosso, che lo ha portato fuori pista con un'azione al limite. L'ottimo assetto della MCL32 ha però consentito ad Alonso di prendersi la sesta piazza al giro 37, due tornate dopo aver cambiato gli pneumatici, con un'azione delle sue alla Curva 2: d'altra parte il suo rapporto con l'Hungaroring è sempre stato speciale, se si pensa che proprio a Budapest vinse la sua prima gara, nel lontano 2003. 

Con Alonso 6^ e Vandoorne 10^, la McLaren ha piazzato entrambe le sue vetture a punti per la prima volta in stagione: era da 13 gare che non ci riusciva (GP Stati Uniti, lo scorso autunno). Un risultato atteso, vista l'affinità della MCL32 con l'Hungaroring, che ha portato anche la ciliegina sulla torta del giro veloce di Alonso all'ultima tornata del GP: "Quello in realtà non ce lo apsettavamo - ha detto onestamente Fernando a fine gara -. Pensavano di lottare per il settimo-ottavo posto, magari puntare al sesto con il ritiro di Ricciardo. L’obiettivo reale era quello di portare a casa qualche buon punto, visto che questo circuito si adattava perfettamente alla nostra vettura. Penso che il giro veloce sia una cosa inaspettata, ma positiva: ce la prendiamo volentieri, ce la godiamo e speriamo di tornare dopo le vacanze ancora più forti". Alonso non faceva registrare il best-lap da Monza 2016, che aveva interrotto un digiuno di ben tre anni. Proprio in Italia, Nando ha trovato l'amore (la modella Linda Morselli), facendone il suo paese d'adozione. Non a caso, al suono dell'inno di Mameli per la vittoria di Vettel, si è fatto trovare sull'attenti ai piedi del podio. Al cuore (rosso Ferrari) non si comanda...