07 ottobre 2017

Formula 1, GP Giappone: Hamilton in pole. Vettel 3° ma in prima fila per la penalità a Bottas

print-icon

Il pilota della Mercedes, in 1:27.345, ha demolito il record della pista che era di Schumi. Secondo Bottas, ma partirà con una penalità di 5 posizioni (7°). Terzo tempo per Vettel che dunque scala in prima fila. Sesta l'altra Ferrari di Raikkonen, anche lui con 5 posizioni in meno per aver sostituito il cambio (11°). Domenica la gara in diretta tv alle 7 su Sky Sport F1 HD, sul web il nostro live-blog

CLICCA QUI PER RIVIVERE LE QUALIFICHE

GRIGLIA DI PARTENZA

TEMPI E DISTACCHI - CLASSIFICHE

Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

Volano le Mercedes nelle qualifiche in Giappone. La pole è ancora una volta di Lewis Hamilton che si prende anche il record della pista, che era di Schumacher, in 1:27.319. Secondo posto per Bottas, ma il pilota finlandese partirà settimo, dovrà scontare una penalità di cinque posizioni per la sostituzione del cambio e partirà 7°. Terzo tempo per Vettel, che sale in prima fila, mentre l'altra Ferrari di Raikkonen ha fatto registrare il sesto miglior tempo, anche lui però avrà una penalità di cinque posizioni per la sostituzione del cambio: il finlandese, dunque, scatterà con dalla decima casella. 

I tempi dei primi 10

Hamilton 1:27.319; Bottas 1:27.651; Vettel 1:27.651; Ricciardo 1:28.306; Verstappen 1:28.332; Raikkonen 1:28.498; Ocon 1:29.111; Perez 1:29.260; Massa 1:29.480; Alonso 1:30.687.

Le penalità: come cambia la griglia di partenza

Sono ben 5: Raikkonen 5 (Ferrari); Bottas 5 (Mercedes); Alonso 35 (McLaren); Palmer 20 (Renault) 20; Sainz 20 (Toro Rosso). Alla luce di queste sanzioni, la griglia di partenza del Gran Premio del Giappone 2017 vedrà partire in prima fila i due grandi rivali Hamilton e Vettel. Al fianco del britannico ci sarà dunque il tedesco della Ferrari, sia pure con un ritardo di oltre quattro decimi di secondo. Troppo, ma almeno questa volta per la Ferrari la luna è stata "meno nera", grazie alla penalità per Bottas (sostituzione del cambio) che in pista ha ottenuto il secondo miglior tempo ma scatterà dalla settima casella. Seconda fila tutta Red Bull, con Ricciardo terzo davanti a Verstappen. Raikkonen scende al 10° posto (quinta fila) dopo la sostituzione del cambio sulla sua SF70 H (incidente nelle terze libere). Palmer 18°, Sainz 19° e Alonso 20°.

Il racconto delle qualifiche

Q1, miglior tempo per Hamilton. Nel Q1 miglior tempo per Lewis Hamilton con 1:29.047 davanti a Kimi Railkkonen che è riuscito a prendere parte alla prima sessione nonostante l'incidente nelle libere 3 e la sostituzione (in tempi record) del cambio. Il finlandese avrà una penalità di cinque posizioni in griglia. Terzo tempo per Verstappen, poi Bottas e Vettel. Q1 chiuso con un minuto d'anticipo per l'incidente di Grosjean.

 Q2, ancora Lewis. Super giro per il pilota della Mercedes: 1:27.819. Secondo Vettel, poi Bottas, Verstappen e Ricciardo. Sesto posto per Kimi Raikkonen. Non accedono al Q3 Vandoorne, Hulkenberg, Magnussen, Palmer e Sainz. Alonso decimo, rientra nel Q3 proprio all'ultimo giro.

Hamilton, pole e giro record. Miglior tempo per Hamilton con 1:27.345, seguito dal compagno di team Bottas. Terzo tempo per Vettel poi Ricciardo e Verstappen.

La classifica

Non sarà ancora decisivo, ma appare un GP fondamentale quello di Suzuka. La lotta tra Hamilton, attuale leader della classifica, continua con Vettel. Tra il pilota della Mercedes e quello della Ferrari ci sono 34 punti di distacco.

Statistiche e curiosità

  • A Fuji si sono corse le prime due edizioni del '76 e del '77 e poi quelle del 2007 e 2008, mentre a Suzuka si è corso dal 1987 al 2006 e dal 2009 ad oggi.
  • Tre vittorie consecutive (record GP) di Michael Schumacher tra il 2000 ed il 2002.
  • 5 pole consecutive (record GP) di Michael Schumacher (sal 1998 al 2002), 4 di Vettel (dal 2009 al 2012).
  • Per 15 volte su 32 ha vinto chi è scattato dalla pole, l'ultimo è stato Vettel nel 2012.
  • 11 vittorie per i piloti tedeschi, solo due quelle degli italiani: Nannini nel 1989 e Patrese nel 1992.
  • 30 ottobre 1988: a Suzuka si impone Ayrton Senna, che si aggiudica così matematicamente il suo primo titolo Mondiale.
  • 5 ottobre 2014: la gara di Suzuka parte in regime di safety car per via della forte pioggia e viene sospesa al secondo giro. Una volta ripartita, verrà poi interrotta definitivamente al 44esimo giro a causa dell'incidente di Jules Bianchi, che muorirà nel luglio del 2015 dopo oltre 9 mesi di coma.
  • In caso di pole, quello di Suzuka diventa il 26esimo circuito diverso in cui Lewis Hamilton scatta davanti a tutti. Incrementerebbe così un record che già gli appartiene (secondo Prost a 22).

Tutti i video da Suzuka

I PIU' VISTI DI OGGI