20 ottobre 2017

Formula 1: Hamilton, la musica per una carica mondiale. Ecco la playlist per Austin

print-icon

Il britannico della Mercedes avrà domenica in Texas la prima opportunità di conquistare il titolo iridato. Per cercare tranquillità e concentrazione, Lewis si affida alla musica: ecco la sua playlist per il GP degli Stati Uniti

CLASSIFICHE - CALENDARIO

GUIDA TV

"Prima di una gara, la gente pensa che io ascolti musica per far salire l'adrenalina. In realtà, quello che cerco è esattamente l'opposto. Cerco solo la massima concentrazione per raggiungere il mio obiettivo. La musica mi aiuta a evitare distrazioni e mi consente di trovare l'equilibrio giusto. Ecco la mia playlist per il GP degli Stati Uniti". Firmato Lewis Hamilton. Il tre volte campione del mondo è un grande fruitore di Spotify, l'app che consente di creare playlist personalizzate. Ad Austin, il britannico della Mercedes ha il primo match point iridato della stagione, grazie ai 59 punti di vantaggio sul ferrarista Sebastian Vettel. In pratica, perché Hamilton possa festeggiare già domenica sera il titolo piloti dovrà incrementare di 16 punti il margine sul ferrarista e di 3 sul compagno finlandese Valtteri Bottas. Lewis sarà campione del mondo già in Texas se vince e Vettel non va oltre il sesto posto oppure arriva secondo, il tedesco non fa meglio della nona piazza e Bottas non conquista il GP. Nel frattempo, Lewis si carica con la musica, mettendo al primo posto della sua playlist con 'Penelope', pezzo hip hop dei Col3trane. 

Lewis, dagli Stones a Pavarotti

In una recente intervista a Formula1.com, Hamilton ha parlato dell'importanza della musica nella sua vita: "Quando ho bisogno di fare un reset mi alleno e ascolto la musica. Questo mi serve per isolarmi dal mondo - ha spiegato il britannico -. Quando corro in un parco, cerco sempre nuove canzoni. Sono cresciuto ascoltando reggae, dopo mi sono concentrato solo sull'hip hop, non volevo sentire nient'altro. Quando ho cominciato a suonare la chitarra ho capito che avrei dovuto allargare la mente ad altri generi, visto che non potevo certo cantare l'hip hop con quello strumento. Così ho cominciato ad ascoltare i Beatles, i Rolling Stones, ma anche Luciano Pavarotti e Jimi Hendrix. Il mio orizzonte, adesso, è molto vario...". Nella playlist di Austin, troviamo tante canzoni soul e hip hop, melodiche e davvero poco adrenaliniche: N.E.R.D., OutKast, Drake, Kanye West, Chris Brown, Craig David. Chissà se gli porteranno fortuna in Texas...

Gp Austin, storie ed emozioni: l'albo d'oro

I PIU' VISTI DI OGGI