user
27 maggio 2018

Formula 1, GP Monaco: le pagelle di Carlo Vanzini. Ricciardo 10 e lode, sempre "P1".

print-icon

Massimo dei voti per un fantastico Ricciardo, ora tocca a Red Bull non farselo scappare. Hamilton da 9, Monte-Carlo non è pista Mercedes, ma lui ci mette del suo andando a podio. Vettel 8, non poteva rischiare. Per Verstappen una gara da 10 ma il sabato è da 2, media GP 6

CLICCA PER  RIVIVERE IL GP DI MONACO

TEMPI E CLASSIFICHE AGGIORNATE

GLI ORARI DELLE REPLICHE

RICCIARDO 10 e lode - P1 sempre, fin da giovedì, ha voluto esserselo anche nella terza sessione di prove libere, quando Verstappen, appena andato a muro gli era davanti. Lo ha detto, “volevo essere P1 sempre” e lo è stato. Thrilling per il problema di potenza in gara, se l'è sudata e se l'è guadagnata alla grande! Red Bull dovrebbe blindarlo, chi lo cerca dovrebbe “firmarlo”...

VETTEL 8 - contro questa Red Bull c'era poco da fare e quindi ha portato a casa la "sua vittoria", ma forse poteva azzannare l'animale nel momento della ferita, quando sono iniziati i problemi per Ricciardo. Forse quello era l'unico attimo per provarci. Ma a Monaco provarci è un azzardo e a -17 da Hamilton non poteva permetterselo più di tanto.

HAMILTON 9 - perché in un week end più Red Bull e più Ferrari, ci ha messo del suo per stare davanti, in qualifica, a una delle due Rosse. Sapeva che qui doveva limitare i danni e l'ha fatto.

RAIKKONEN 7 - dalla pole e poi secondo in gara dello scorso anno, al podio visto da giù quest'anno... Si fa fregare da Hamilton la posizione a ridosso di Vettel in qualifica, poi la mantiene in corsa come gli altri.

BOTTAS 7 - vale lo stesso discorso del suo connazionale, in questo week end i rispettivi compagni di squadra hanno fatto la differenza.

OCON 8 - sesto a Monaco è un risultatone, ottima qualifica e ottima gara. Uhm vedere un pilota che lascia strada così facilmente a due di un’altra squadra non è bellissimo. Da oggi sappiamo che la Force India è ufficialmente uno junior team della Mercedes.

GASLY 8 - regge la pressione di Hulkeberg nel finale e lui, francese, in un GP quasi di casa, in attesa di quello che effettivamente lo sarà, torna a punti dopo il Bahrain, ben ritrovato...

HULKENBERG 7 - certo non essere “il primo degli altri” non è il massimo per lui e per la Renault. Ringrazia Sainz e la squadra per la posizione "regalata", poi regge bene alla pressione di Verstappen.

VERSTAPPEN 6 - media tra il 2 della giornata di sabato e il 10 per la bella rimonta e i sorpassi fatti oggi. Poteva vincere il gran premio di Monaco, ma dimostra che ha ancora tanto da studiare.

SAINZ 7 - finisce a punti, paga la strategia diversa rispetto a Hulkenberg, ma merita lo stesso voto perché lo lascia andare.

ERICSSON 6 - non va a punti, ma finisce la gara senza sbatterla. Va bene così per lui.

PEREZ 6 - una buona qualifica, ma una gara compromessa dal problema al pit stop. Peccato.

MAGNUSSEN 5 - Haas inesistente nel carico aerodinamico per il Principato, archiviato uno dei peggiori week-end.

VANDOORNE 5 - demolito da Alonso deve reagire, Norris e Latifi spingono per il suo sedile.

GROSJEAN 5 – vedi Magnussen.

SIROTKIN 7 - stupenda qualifica poi la squadra, alla deriva, gli rovina il week-end.

STROLL 5 - dove è finito quello della prima fila di Monza?

LECLERC 7 - settimana quasi perfetta, ottima qualifica e ottima gara, poi resta senza freni e rovina la sua corsa, ma anche quella di Hartley.

HARTLEY 6 - non era male, ma Gasly lo ha sportivamente ucciso.

ALONSO 7 - finché è durata è stata una delle migliori Monaco degli ultimi anni (assente 2016), ma poi, mentre il suo Renault rompe, la Honda (Toro Rosso) lo passa. #maiunagioia.

Mondiale F1 2018, TUTTI I VIDEO

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi