Suzuki, back for the future! E ora i test

MOTOGP

Sandro Donato Grosso

Riviviamo la giornata di Sepang con la presentazione della GSX-RR 2017. L'unica punta ė un motivato Andrea Iannone che mai come oggi si sente al centro di un progetto. Con lui il rookie Rins 

In Malesia la vigilia dei test è stata animata dalla presentazione della Suzuki GSX-RR.  Un Team, gestito da Davide Brivio, che si rinnova con l'obiettivo di continuare a crescere come ha fatto nei primi due anni di vita con tanto di vittoria a Silverstone di  Vinales ora in Yamaha. Per provare a far capolino tra i tre mostri sacri (Honda, Yamaha e Ducati) la  Suzuki si affida al talento dell'unica punta Andrea Iannone che mai come oggi dice di sentirsi bene ed al centro di un progetto.

Il pilota di Vasto, che ha sfoggiato un nuovo look tendente al biondo, é decisamente ottimista e pensa di poter far meglio dello scorso anno  (una vittoria e tre podi) visto che la moto dispone di un'ottima ciclistica e si addice alle sue caratteristiche di guida non a caso nella prima uscita di Valencia Iannone ē subito forte.  L'obiettivo del suo compagno di squadra Alex Rins è invece quello di apprendere.

Il 21enne di Barcellona é oltretutto in fase di riabilitazione dopo un incidente a Valencia nel  quale ha rimediando anche due costole rotte. La Suzuki é stata rivista nel telaio, nel bilanciamento dei pesi, nel motore leggermente piú potente ed in altri piccoli dettagli atti a recuperare carico aerodinamico dopo l'abolizione delle ali che scopriremo durante questi giorni di test. 

I più letti