MotoGP, test Sepang: Ducati ok, Lorenzo in ritardo

MOTOGP

Sandro Donato Grosso

Piloti e scuderie ripartono da Sepang per le prime sessioni ufficiali della stagione. Primo tempo per Stoner seguito da Dovizioso. Viñales ottimo 3°, 5° Iannone. Rossi 8°, Lorenzo 17°. La pioggia impedisce il miglioramento dei tempi al pomeriggio

La conferma che Stoner é uno dei pochi che codifica il dna della Ducati anche quando questo cambia nel tempo l'abbiamo avuta ancora una volta in Malesia. Manco ce ne fosse bisogno. Nessuno piú si stupisce nel vedere questo pilota tester (che domani si ferma e riconsegna la moto a Petrucci) lì davanti a tutti. Ma per gli avversari diretti, e non, é una situazione un pó Imbarazzante... Non tanto per Dovizioso, secondo ad un solo decimo senza aver iniziato il lavoro sulla Ducati 2017 (quella con una sorta di cassonetto che contiene 2,3 kg d'elettronica sotto il codone), ma sicuramente per Lorenzo che ha trovato su questa pista piú difficoltá d'adattamento del previsto "qui a Sepang si devono fare cose completamente opposte rispetto a come guidavo la Yamaha" - ha dichiarato. Al maiorchino infatti non sono bastati 45 giri per schiodarsi dalla diciassettesima posizione ad 1,6 dall'australiano. Bene Vinales a ridosso dei primi con la Yamaha che ha una buona base telaio-motore con la nuova M1 sulla quale domani proverā un telaio evoluzione. Lo spagnolo, terzo, ha fatto meglio di Rossi, sesto ad 1,01 ma il crono ē da prendere con le pinze visto che Valentino non é a posto fisicamente. Gran mal di testa e sinusite dopo aver girato attorno al globo per un mese onorando gli sponsor orientali. Soddisfatto Alvaro Bautista, quarto con la Ducati Clienti davanti ad Andrea Iannone che pare davvero a suo agio con la Suzuki. Casa Honda per chiudere.

 

It's go time! @valeyellow46 heads out on the @sepangcircuit. #MovistarYamaha #MotoGP #SepangTest ‬

Un video pubblicato da YamahaMotoGP (@yamahamotogp) in data:

Non tanto veloci Marquez nono, e Pedrosa tredicesimo, ma nel box si respira l'aria di grandi lavori in corso. La comparazione tra il motore base ed il nuovo con scoppi irregolari, e un suono tutto diverso, rappresenta l'aspetto piú delicato. Non facile perché gli ingegneri devono far sì che il nuovo propulsore si adatti a un'elettronica non ancora calibrata e uno scarico che ha un terminale tanto lungo e sottile quanto vintage. Dicono serva per rendere il motore piú dolce in fare di erogazione della potenza... E domani? Si preannuncia dura, molto. La pista difficilmente sarà in buone condizioni e gommata visto che sono previste almeno 3 ore di pioggia durante la notte.

I più letti