Dovizioso: "Ho spinto al massimo, sono contento"

MOTOGP

Il pilota della Ducati arriva secondo in Qatar dopo un duello avvincente con Vinales: "Siamo stati molto intelligenti a livello tattico, è stato un bel testa a testa con Vinales, alla fine lui è stato bravo a superarmi nel punto giusto"

Andrea Dovizioso ha chiuso il GP del Qatar al secondo posto. Dopo un testa a testa nel finale con Maverick Vinales, il pilota italiano non è riuscito a chiudere il sorpasso decisivo per vincere la gara. Dovizioso è partito dalla quinta posizione e, dopo pochi giri, è riuscito ad arrivare nel gruppo di testa e a raggiungere la prima posizione. La situazione si è fatta più difficile quando Vinales ha accelerato, è riuscito ad arrivare in seconda posizione ed è rimasto incollato al pilota italiano. Dopo una serie di sorpassi e controsorpassi, alla fine lo spagnolo della Yamaha è riuscito a vincere.

Le parole di Dovizioso - "Siamo stati molto intelligenti a livello tattico - commenta Dovizioso -. Ho spinto al massimo sapendo di avere la gomma soft che non era ideale per vincere la gara, sono comunque riuscito a stare dietro a Vinales fino alla fine. Comunque ringrazio il mio team e tutte le persone che mi guardano a casa. Sono contento perché siamo stati bravi a cambiare la gomma in griglia, ci aspettavamo che la gara fosse lenta e abbiamo usato la gomma morbida. Prima della gara non avevamo il passo per finire la gara con Vinales, ma alla fine sono riuscito ad arrivare davanti spingendo nel modo giusto e sorpassandolo nel rettilineo, ma lui è stato a bravo a capire in quale punto superarmi. È stato un bel duello. Vinales è stato bravo e ha dimostrato quanto è forte. Il confronto con Lorenzo? Jorge non sta ancora guidando la moto al meglio, da lui ci aspettiamo di tutto perché è un campione, però è normale che da Lorenzo ci aspettiamo di più. Io adesso ho 31 anni e mi sento più maturo. Si cresce nella vita e ti porti dietro la crescita anche nello sport".

I più letti