MotoGP Argentina, Rossi: "Obiettivo podio"

MOTOGP

Francesca Zambon

Il pilota della Yamaha, unico italiano a vincere in Argentina nella top class, è ottimista: “La pista mi piace, spero che l’asfalto sia in buone condizioni”

Mancano pochi giorni al weekend del Gp d’Argentina, seconda tappa del Motomondiale che si disputerà per il quarto anno sul circuito di Termas de Rio Hondo. Dopo il GP del Qatar favorita numero uno è la Yamaha, che a Losail ha piazzato Vinales e Rossi sul podio. “Abbiamo avuto un grande inizio di stagione – ha detto Massimo Meregalli, Team Director di Yamaha – questo risultato ci ha dato fiducia in vista dell’Argentina. Anche se è un circuito dove le condizioni della pista e il livello di grip potrebbero essere complicati come abbiamo visto l’anno scorso, la storia dice che lì andiamo bene”.

Un circuito che piace molto a Valentino Rossi, che nel 2015 vinse, diventando l’unico pilota italiano a salire sul gradino più alto del podio in Argentina nella top class. In Qatar, Rossi ha chiuso al terzo posto un weekend molto difficile. “Non è stato un inizio di mondiale facile – ha detto – siamo riusciti a sistemare alcune cose, soprattutto all’anteriore, e alla fine la gara è andata bene. Il circuito di Termas mi piace molto, spero che le condizioni dell’asfalto siano buone perché l’anno scorso fu molto complicato per noi. Cercheremo di fare del nostro meglio per salire sul podio”.

Una gara, quella del 2016, complicata a causa dell’eccessiva abrasività dell’asfalto che consumava le gomme dopo pochi giri e che costrinse la direzione gara a spezzare il GP in due manche con cambio moto e gomme a metà.

Dall’altra parte del box, sono alte le aspettative per Maverick Vinales, primo in Qatar. “Non vedo l’ora di risalire sulla mia M1 – ha detto – adesso viene il difficile: continuare ad ottenere buoni risultati”. Un inizio di mondiale straordinario che però fa crescere le aspettative sullo spagnolo. “La pressione inizia a farsi sentire – conclude Vinales – anche perché il livello degli avversari è altissimo, ma questo mi motiva molto e mi spinge a continuare a lavorare sodo”.

Un weekend tutto da seguire, a partire dalla conferenza stampa dei piloti, giovedì alle 17.00 su Sky Sport MotoGP HD, canale 208. 

I più letti