Moto3, ad Austin per il riscatto italiano

MotoGp

Paolo Lorenzi

Nicolò Bulega, Sky VR46 Racing Team (Argentina 2017) - Foto: Getty Images
GettyImages-666201460

Nelle prime due gare nessuno dei nostri piloti è riuscito ad agguantare il podio, nemmeno quelli in sella alle Honda, fino qui le moto più competitive. Ad Austin per invertire il trend negativo e tornare protagonisti.

Dopo le prime due gare del Motomondiale, in Moto3 inizia a circolare il dubbio di una superiorità Honda nei confronti della KTM. Perché finora nessun pilota della casa austriaca è riuscito a salire sul podio. E tra questi spicca l’assenza degli italiani, tra cui i portacolori dello Sky Team VR 46, Andrea Migno e Nicolo Bulega, oltra a Niccolò Antonelli pilota di punta del team Ajo.

Gli italiani sembrano però un caso a parte, perché nemmeno quelli che corrono con la Honda stanno meglio: Enea Bastianini stenta a ritrovare il livello degli anni scorsi, Fabio Di Giannantonio dopo il buon avvio in Qatar può rammaricarsi del ko subito da Bulega in Argentina e Antonelli di quello causato da Romano Fenati nella stessa gara, perché gli italiani, i guai, riescono a procurarseli anche da soli casomai non bastassero i già ottimi avversari spagnoli.

Proprio Fenati potrebbe però rilanciarsi ad Austin, pista amica in cui ha conquistato un podio nel 2014 e la vittoria l’anno scorso. Quando correva con la KTM che su questo tracciato ha sempre disputato ottime gare. Ma lui, quest’anno, corre con la Honda.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport