Rossi d'America: con Austin un conto in sospeso

MOTOGP

Francesca Zambon

Valentino Rossi cerca la rivincita nel GP delle Americhe: “L’anno scorso avevo trovato il setup ideale ma ho vanificato tutto con un errore. Devo andare forte fin da venerdì”. 

Obiettivo 500 vittorie Yamaha. Con questo pensiero fisso Vinales e Rossi arrivano ad Austin, forti dell’uno-due di Termas de Rio Hondo che ha consentito anche ai due piloti di salire ai primi due posti della classifica mondiale. Una tappa, quella statunitense, che storicamente non è favorevole alla Yamaha, mai vincente in 4 edizioni nelle quali a dominare è stato Marquez con un poker di vittorie.

E’ altamente improbabile, insomma, che negli Stati Uniti il pilota spagnolo si autoelimini come ha fatto in Argentina, ma nonostante le statistiche non siano dalla loro parte, Vinales e Rossi, così come il Team Director Massimo Meregalli, sono molto fiduciosi sui 5513 metri del curcuit of the Americas: “Il layout della pista è molto interessante – dice Meregalli – e anche se in passato non siamo riusciti a sfruttarlo inizieremo il week end all’attacco. Useremo le prime prove del venerdì per sistemare il setup del Gp che vogliamo dia alla Yamaha la 500esima vittoria”.

Considerato che sabato potrebbe piovere, il venerdì potrebbe diventare cruciale per la definizione della Q1 e Q2. Rossi sa bene che deve migliorare proprio nel primo giorno di prove: “Spero di migliorarmi nelle prove libere – ha detto – abbiamo molto lavoro da fare ma sono fiducioso nella moto e nel mio team. Austin è un tracciato molto difficile ma mi piace molto, ho un conto in sospeso perché l’anno scorso nel warm up avevo trovato un bel setup per la gara ma ho vanificato tutto con un errore (caduta a 19 giri dal termine ndr)”.

Per Vinales sarà la prima volta con la Yamaha ad Austin, su una pista che gli piace molto: “Qui ho vinto la mia prima gara in Moto2 – ha detto – e sono sempre andato molto forte. Ho anche fatto uno dei miei migliori risultati l’anno scorso piazzandomi quarto. Amo i saliscendi della pista e sono curioso di vedere come si comporterà la mia Yamaha su questo circuito”.

Un fine settimana tutto da vivere, come sempre in diretta fin dalla conferenza stampa dei piloti, alle 19 su Sky Sport Motogp HD. Questa volta a rispondere alle domande dei giornalisti ci saranno, oltre a Vinales e Rossi, anche Crutchlow, Marquez, Bautista e Zarco. 

I più letti