Rossi all'attacco: "Dobbiamo essere subito veloci"

MOTOGP

Francesca Zambon

La Yamaha arriva  a Le Mans con l’obiettivo di dimenticare Jerez. Il circuito Bugatti si addice alle caratteristiche della moto e piace a Rossi e Vinales. Il Dottore spera nel meteo: “Dobbiamo provare in condizioni di asciutto” 

Voglia di riscatto. Il titolo del GP di Le Mans per la Yamaha è presto detto: dopo il brutto weekend di Jerez, con Rossi decimo e Vinales sesto, l’obiettivo è ritornare a lottare per la vittoria com’era stato fino ad Austin. Un obiettivo che pare raggiungibile soprattutto per le caratteristiche della pista, il circuito Bugatti è una pista cosiddetta stop&go, con brusche frenate e forti accelerazioni: caratteristiche che si addicono alla Yamaha, che dovrebbe trovare anche nel grip dato dal nuovo asfalto quell’alleato che non aveva a Jerez.

Le Mans piace ai due piloti: qui Rossi ha vinto tre volte in MotoGP, altre sei volte è arrivato secondo e in tre occasioni terzo. Vinales ha festeggiato in Francia, invece, il suo primo podio in MotoGP l’anno scorso dopo che aveva ottenuto due vittorie in 125 e Moto2 negli anni precedenti.

“Siamo primi nel Mondiale, ed è una cosa positiva, ma dobbiamo migliorare la moto per essere davvero competitivi – ha detto Rossi. I test di Jerez sono stati importanti e abbiamo capito alcune cose, ora dobbiamo lavorare bene a Le Mans e cercare di essere subito veloci. Spero anche che le condizioni meteo siano buone perché abbiamo bisogno di testare la moto in condizioni da asciutto”.

Ottimista Maverick Vinales, che sembra essersi buttato alle spalle il negativo weekend di Jerez: “Durante i test del lunedì a Jerez abbiamo avuto fortunatamente un risultato totalmente diverso – ha detto – è stato un ottimo test. Per questa ragione arriviamo in Francia con ottimismo. Le Mans è un buon tracciato per noi, si adatta alle mie caratteristiche di guida e possiamo fare davvero bene”. 

I più letti