MotoGP, Dovizioso scrive la storia sulle curve del Mugello

MOTOGP

Paolo Lorenzi

Il pilota della Ducati è il primo a vincere con una moto italiana al Mugello, nell’era della MotoGP. E riporta in Italia una vittoria che mancava dal 2008. Con Danilo Petrucci e Valentino Rossi si può sperare in un’altra impresa a Barcellona, perché sia Ducati che Yamaha sono in gran forma

Una vittoria storica quella di Andrea Dovizioso, perché l’ultimo italiano a vincere nel Gran Premio d’Italia in MotoGP era stato Valentino Rossi nel 2008 e nessun’altro prima di Desmodovi aveva espugnato le curve del Mugello con una moto italiana. Una vittoria che consegna agli appassionati un campione generoso e un volto gentile, che nasconde sotto una buona dose di modestia un talento genuino. Come quello di Danilo Petrucci, un altro ducatista dallo sguardo sincero, salito tra lacrime di felicità su un podio da incorniciare.

Dove è invece mancato Jorge Lorenzo, il pilota di punta della casa bolognese, e dove per un soffio è mancato Valentino Rossi che ha regalato al pubblico del Mugello l’illusione di un risultato miracoloso, dopo i malanni dei giorni precedenti. Ma Barcellona è alle porte, tra pochi giorni si corre su un circuito simile a quello toscano, dove sia Yamaha che Ducati si presentano sullo slancio di una prestazione che convince anche sul piano tecnico. La moto giapponese ha cancellato i dubbi e i problemi di Jerez, quella italiana può forse sognare un’altra impresa.

I più letti