GP Olanda, Yamaha e Ducati tra risposte e conferme

MotoGp

Paolo Lorenzi

Maverick Vinales, Montmelò (GP Catalunya 2017) - Foto: Getty Images
GettyImages-694878304

Ad Assen per capire se i guai della Yamaha sono alle spalle e se la Ducati può puntare alla terza vittoria nel mondiale. Occhio a meteo e gomme, due variabili sempre da non sottovalutare

Assen per capire se la crisi è alle spalle, se i malanni di Barcellona sono passati con i test del giorno dopo, se la Yamaha può tornare alla vittoria su un circuito amico.
Assen per mettere a fuoco le reali potenzialità della Ducati e il passo in campionato di Dovizioso, in forma come non mai e sempre più motivato.

Assen per provare a mettere un punto fermo, per comprendere se i pneumatici sono davvero l’ago della bilancia di una stagione altalenante e complessa per tecnici e piloti. Assen per rilanciare le ambizioni di Marquez.
Assen per rivedere un’Aprilia competitiva su un circuito che premia la guidabilità più della potenza. Assen per scoprire dove si nascondono i problemi di Iannone e della sua Suzuki, rimasti finora esclusi dalla lotta per il podio.

Assen per capire se il meteo è la variabile in più da considerare, come spesso è accaduto in passato. Assen, per rinnovare la tradizione di una gara tra le più amate da chi partecipa e da chi applaude a bordo pista, anche oggi che si corre di domenica e non più di sabato. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche